Elezioni Politiche 22, DS al comizio di Salvini con i propri studenti, FLC CGIL Catania: ‘Un caso che pone interrogativi’

Date:

Elezioni Politiche 22, Catania – Di queste ore la notizia apparsa su diversi organi di informazione relativa ad una Dirigente Scolastica, candidata alle prossime elezioni politiche 2022 con la Lega, che ha partecipato venerdì scorso a Catania al comizio di Matteo Salvini accompagnata dai propri studenti. In risposta a questa notizia, un comunicato stampa congiunto a firma della CGIL e della FLC CGIL di Catania è stato pubblicato in queste ore sul profilo Facebook del sindacato.

Elezioni Politiche 2022, la nota stampa congiunta CGIL e FLC CGIL Catania sul DS al comizio di Salvini

Di seguito il testo integrale della nota stampa comparsa poche ore fa sul profilo social del sindacato FLC CGIL della Provincia di Catania. Si fa riferimento alla preside di un noto Istituto Scolastico del capoluogo etneo, la quale, candidata con la Lega alle prossime elezioni politiche, si reca al comizio tenutosi a Catania lo scorso venerdì dal leader della Lega.

In quell’occasione la Dirigente Scolastica si è fatta accompagnare da un nutrito gruppo di studenti della propria scuola. La Preside avrebbe giustificato il coinvolgimento degli alunni, dichiarando che “erano tutti maggiorenni e liberi“.

Il comunicato congiunto CGIL e FLC CGIL

La preside catanese candidata con la Lega e gli studenti al comizio. CGIL e FLC di Catania: “Un caso che pone interrogativi. Ci chiediamo se non abbia leso il diritto allo studio”.

“La notizia che una dirigente scolastica catanese candidata in queste elezioni con la Lega abbia coinvolto i suoi studenti a partecipare ad un incontro elettorale tenutosi a Catania con Salvini, pone non pochi interrogativi. Ci chiediamo se non venga leso il diritto allo studio che prevede una formazione scolastica etica e laica che poco ha a che vedere con la propaganda”.

Lo sottolineano in una nota congiunta, la Cgil e la Flc Cgil di Catania.

“È vero che si tratta di studenti oramai maggiorenni, o di minorenni accompagnati dai genitori, e che di certo non saranno stati usati metodi coercitivi, ma appare evidente che la posizione subalterna e probabilmente influenzabile dei giovani, non sia certo un ingrediente da ignorare.

Aggiungiamo che questa valutazione possa valere anche per il probabile coinvolgimento dei docenti all’iniziativa, sebbene si tratti, almeno in quel caso, di cittadini adulti e pienamente in grado di assumersi le proprie responsabilità.

Aderendo al “Controllo popolare antimafia” insieme ad altre associazioni, nei giorni scorsi abbiamo voluto lanciare un appello sulla necessità di vigilare su comportamenti elettorali illegali o anche poco consoni, come appare quello tenuto dalla preside in seguito segnalato dalla stampa. Ci chiediamo dunque se dietro questo comportamento ci sia una sottovalutazione del proprio ruolo, che deve imporsi equo e super partes anche al di fuori delle aule, o un semplice e freddo calcolo elettorale”.

Scuolainforma
Scuolainformahttps://www.scuolainforma.it
Scuolainforma è un blog di informazione per il mondo della scuola. La maggior parte dei suoi autori opera del settore della pubblica istruzione.

Share post:

Newsletter

Ultime Notizie

Potrebbe interessarti
Potrebbe interessarti

Roma, lite tra studentesse in un liceo della Capitale: intervengono i Carabinieri

Un incidente turbolento si è verificato in un istituto...

Concorsi Docenti 2024, prova orale: elenco avvisi USR estrazione lettera [in aggiornamento]

Concorsi Docenti 2024 - Il processo selettivo per i...

Stipendi NoiPA Aprile 2024: qualcosa non torna, cedolini ridotti di circa 100 euro

In Aprile 2024, alcuni dipendenti pubblici potrebbero notare una...