Medico
Medico

Martedì 6 settembre si è svolto in tutta Italia l’attesissimo test d’ingresso di Medicina 2022 ed anche in questo caso non sono mancate le irregolarità e le segnalazioni. Ma come e quando è possibile fare ricorso qualora ci siano tutti i presupposti necessari?

Test ingresso Medicina 2022: irregolarità e segnalazioni

Come ogni anno dopo lo svolgimento del test d’ingresso di Medicina 2022 anche stavolta sono arrivate numerose segnalazioni riguardanti presunte e fondate irregolarità verificatesi in sede di esame. A confermarlo lo stesso network legale di riferimento in ambito sanitario, Consulcesi, il quale nei giorni successivi alla prova ha potuto riscontrare tale fenomeno. Tra le segnalazioni più frequenti non mancano errori nei quesiti, utilizzo di cellulari durante il test, domande non inedite, procedure ambigue in entrata e in uscita dalle aule, prove stampate male e illeggibili ed errori nelle etichette.

“Entrare alla facoltà di Medicina […] diventa ancora più complicato per le numerose criticità del test, delle procedure sbagliate e delle irregolarità che puntualmente si verificano ogni anno”. Ha dichiarato Massimo Tortorella, presidente Consulcesi. Ad ogni modo, qualora fossero state riscontrate delle anomalie, è possibile presentare regolare ricorso al TAR. “Prima si segnala, maggiori sono le possibilità di accedere alla graduatoria finale” fa sapere Tortorella.

Quando e come fare ricorso?

Come ha spiegato il presidente Consulcesi Massimo Tortorella, la tempestività in queste situazioni è fondamentale. Tuttavia nel concreto, in caso di presunte irregolarità, è bene attendere innanzitutto il 23 settembre, data in cui gli studenti potranno visionare il proprio elaborato. Da quel momento in poi ci sarà tempo 60 giorni per presentare regolare ricorso al TAR del Lazio e 120 giorni per il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Nel frattempo, si consiglia di iscriversi comunque ad un corso di laurea affine a Medicina, in modo da essere avvantaggiati sia in caso di esito positivo che negativo del ricorso stesso.