Sede del Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Caos algoritmo supplenze, il Ministero dell’Istruzione ha provveduto a convocare nuovamente le organizzazioni sindacali in merito alla delicata questione degli errori riscontrati nella procedura informatica relativa all’attribuzione degli incarichi a tempo determinato. La nuova data è quella di giovedì prossimo, 13 ottobre.

Caos algoritmo supplenze, il Ministero dell’Istruzione riconvoca i sindacati il 13 ottobre

Il Ministero dell’Istruzione, dunque, ha deciso di riconvocare le organizzazioni sindacali per giovedì prossimo, 13 ottobre, dopo che un primo confronto, quello tenutosi mercoledì scorso, 5 ottobre, non aveva dato frutti. L’Amministrazione centrale, infatti, di fronte a quanto esposto dai sindacati sul contestato algoritmo, aveva deciso di prendersi del tempo e di rispondere successivamente.

In ogni caso, come riporta Anief, il Ministero dell’Istruzione starebbe seriamente valutando importanti modifiche da apportare al sistema informatizzato per l’assegnazione delle supplenze: lo si è appreso nell’incontro che si è svolto il 5 ottobre.

Le opinioni, in relazione alla procedura adottata dall’algoritmo in occasione del conferimento delle supplenze, sono piuttosto discordanti: tra le questioni più discusse c’è indubbiamente quella riguardante la delusione degli aspiranti supplenti che non sono stati chiamati in quanto considerati ‘rinunciatari’. I sindacati, tra l’altro, hanno provveduto ad inoltrare al Ministero dell’Istruzione una richiesta di accesso agli atti al fine di conoscere in maniera più approfondita il funzionamento del software legato all’algoritmo ministeriale. 

Domanda MAD, anche per chi è iscritto nelle GPS?

Un altro elemento di discussione tra il Ministero dell’Istruzione e i sindacati sarà rappresentato dal divieto, per gli aspiranti iscritti nelle graduatorie, di poter presentare domanda di messa a disposizione (MAD). Lo scorso anno, Viale Trastevere concessa la deroga, in via del tutto straordinaria, attraverso una Nota che venne pubblicata il 27 settembre. Il Capo Dipartimento del Ministero dell’Istruzione, dottor Stefano Versari, ha ribadito pochi giorni fa che, al momento, non è prevista alcuna deroga alla disposizione contenuta nell’O.M. N. 112 e nella circolare annuale sulle supplenze.

Ed è proprio questo aspetto che rappresenta, di fatto, il maggior ostacolo alla concessione della deroga. Infatti,  quest’anno il divieto di presentazione delle domande MAD per i docenti inseriti nelle GPS, è stato incluso anche nella suddetta Ordinanza Ministeriale N. 112/2022 e non solamente nella circolare annuale delle supplenze. Un aspetto che, secondo il Ministero, non lascerebbe spazio a possibili deroghe.