Malattia
Malattia

Malattia di docenti e personale ATA fino a 10 giorni: a quanto ammontano le trattenute lorde per ogni giorno di assenza? La decurtazione giornaliera è prevista dal comma 1 dell’art. 71 del D.L. 112 convertito in legge n. 133/08, e riguarda il personale di ruolo e i supplenti annuali e con contratto fino al 30 giugno. Vediamo cosa dice la normativa e gli importi.

Malattia fino a 10 gg di docenti e ATA

L’art. 71, della legge citata sopra prevede che per gli eventi morbosi di durata inferiore o uguale a dieci giorni di assenza, sarà corrisposto esclusivamente il trattamento economico fondamentale con decurtazione di ogni indennità o emolumento, comunque denominati, aventi carattere fisso e continuativo, nonché di ogni altro trattamento economico accessorio. Il trattamento accessorio del personale docente è l’RPD, mentre quello del personale ATA è la CIA. Questi non vengono corrisposti ai supplenti brevi, per cui non possono essere loro nemmeno decurtati (i tribunali però sentenziano a favore dei supplenti). Quali sono gli importi?

Trattenute giornaliere lorde per ogni giorno di malattia fino al decimo

RPD e CIA vengono calcolati sulla base di 30 giorni , per cui per ottenere l’importo giornaliero della trattenuta per malattia è sufficiente dividere l’importo mensile per 30 giorni.

Docenti

  • 0 a 14 anni – RPD (euro 174,50/30) – Decurtazione lorda giornaliera= 5,82 euro
  • 15 a 27 anni – RPD (euro 214,80/30) – Decurtazione lorda giornaliera= 7,16 euro
  • da 28 anni – RPD (euro 273,20/30) – Decurtazione lorda giornaliera= 9,11 euro

ATA

  • AREA B/C – CIA (64,50/30) – Decurtazione lorda giornaliera = 2,15 euro
  • AREA A/AS – CIA (66,90/30) – Decurtazione lorda giornaliera = 2,23 euro

POTREBBE INTERESSARTI: Visite fiscali, cosa sapere su fasce di reperibilità INPS e assenze