Il senatore della Lega Mario Pittoni
Il senatore della Lega Mario Pittoni

Non sono mancate le polemiche, come del resto avviene puntualmente, in merito alla nomina di Giuseppe Valditara come nuovo ministro dell’Istruzione (e del merito). C’è chi ha parlato di delusione da parte del senatore Mario Pittoni e di un Matteo Salvini che gli avrebbe preferito una figura che parla di ‘merito e selezione’. A questo proposito, il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega è intervenuto, nelle ultime ore, precisando alcuni aspetti riguardanti la questione.

Questione merito, Pittoni risponde: ‘Ci mancherebbe che fossi contro il merito!’

In un messaggio pubblicato su Facebook, Mario Pittoni coglie l’opportunità per fare qualche precisazione: 

Ci mancherebbe che fossi contro il merito, come scrive oggi una piccola testata specializzata! Suggerisco di leggere il mio ddl di riforma 1920, che non regala niente a nessuno, eppure è apprezzato trasversalmente’. 

‘Il merito va riconosciuto a tutti i livelli’

‘Il merito va riconosciuto a tutti i livelli – puntualizza il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega – Si tratti di studenti, insegnanti, collaboratori o struttura ministeriale. Punto il dito quando le prove concorsuali diventano vessatorie o “trabocchetto”, presumibilmente su pressione degli interessi che ruotano attorno alla formazione, col rischio – in particolare per quanto riguarda il corpo docente – di una selezione al contrario. I più capaci, infatti, – conclude Pittoni – possono essere tentati di accettare offerte alternative’.