soldi
soldi

La variazione del tetto del contante entrerà nella Legge di Bilancio. Ad anticiparlo è proprio il partito di Giorgia Meloni. Allo stato attuale, dal 2023 la soglia dovrebbe scendere dagli attuali 2mila euro a 1.000 euro, ma il centrodestra sembra avere altri programmi. Intende alzare la soglia, invece di abbassarla. Un deciso cambio di rotta. Il nuovo livello probabile è quello dei 3mila euro, come anticipato da Il Sole 24 Ore.

Aumento tetto contate già in Manovra

Nelle ultime ore, la Lega ha depositato un progetto di legge per alzare il tetto del contante a 10mila euro. A seguire, il senatore di FdI, Giovanbattista Fazzolari ha anticipato che l’aumento al tetto del contante nel programma di FdI e ha aggiunto “lo faremo già nella prima legge di bilancio”. Una ulteriore conferma arriva proprio dal leader del partito di centrodestra, che ha affermato in Senato: “Confermo che metteremo mano al tetto al contante“, perché penalizza i più poveri e perché la misura “rischia di non favorire la nostra competitività” visto che paesi come Austria o Germania non ce l’hanno.

Annullato il procedente provvedimento?

Se le cose andranno così, verrà annullato il provvedimento previsto dal decreto Milleproroghe dello scorso febbraio, (comma 6-septies dell’articolo 3, Dl 228/2021, aggiunto con emendamento durante l’iter di conversione in legge del “Milleproroghe”) che prevede che dal 2023 il limite per il cash passi dagli attuali 2mila euro a mille euro.

CONSIGLIAMO: Insegnare senza farsi male. Le competenze emotive e relazionali del docente e la prevenzione dello stress in classe