Gps
Gps

Aggiornamento delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze, come è noto, la prossima procedura riguardante l’aggiornamento (o nuovo inserimento) delle GPS è previsto nel 2024, visto che le graduatorie hanno validità biennale. Che dire di quegli aspiranti supplenti che hanno conseguito la laurea + 24 CFU dopo il 31 maggio 2022?

Graduatorie Provinciali per le Supplenze, prossimo aggiornamento nel 2024: chiarimenti su conseguimento laurea + 24 CFU

Giova ricordare che il Ministero dell’Istruzione ha previsto una riserva per il conseguimento dell’abilitazione: tale scadenza è stata posta al 20 luglio 2022. Per quanto riguarda, invece, il conseguimento di laurea + 24 CFU, questo step doveva essere già completo al 31 maggio scorso, ovvero alla data di scadenza per la presentazione delle domande aggiornamento GPS. Ne deriva che chi conseguito la laurea e i 24 CFU in data posteriore, non avrà nemmeno la possibilità di inserirsi negli elenchi aggiuntivi delle GPS nel 2023

Cosa dice l’O.M. N. 112

Infatti, secondo quanto indicato dall’articolo 10 dell’O.M. N. 112 del 6 maggio 2022, gli elenchi aggiuntivi sono destinati esclusivamente ai docenti che conseguono l’abilitazione su posto comune o la specializzazione sostegno. Occorre, infatti, ricordare che non esistono elenchi aggiuntivi che riguardano la seconda fascia GPS.

Infatti, si legge: ‘Nelle more della ricostituzione delle GPS, gli aspiranti che acquisiscono il titolo di abilitazione ovvero di specializzazione sul sostegno possono richiedere l’inserimento in elenchi aggiuntivi alle GPS di prima fascia per l’anno scolastico 2023/2024, cui si attinge in via prioritaria rispetto alla seconda fascia’.

Chi non ha fatto in tempo può lavorare con le MAD

In buona sostanza, chi non è riuscito a fare in tempo a conseguire la laurea e i 24 CFU entro i termini fissati per la domanda di aggiornamento GPS, dovrà affidarsi all’invio di MAD per riuscire ad ottenere un incarico di supplenza. Anche chi non è riuscito ad inserirsi nelle GPS nel 2022, avrà, comunque, buone possibilità di lavorare durante i 2 anni di vigenza delle graduatorie, portandosi appresso il punteggio maturato nel momento in cui, nel 2024, potrà presentare domanda per le GPS.

È, comunque, opportuno sottolineare che questa è la normativa attualmente in vigore, secondo quanto disposto dall’O.M. N. 112: soprattutto in relazione al conseguimento dei CFU potrebbero arrivare dei sostanziali cambiamenti. È bene, quindi, rimanere aggiornati sulle possibili novità in arrivo nei prossimi mesi.