Gps, supplenze e inserimenti con riserva
Gps, supplenze e inserimenti con riserva

Graduatorie Provinciali per le Supplenze 2022/24, il docente ‘giudizialmente’ inserito in prima fascia GPS, a seguito di ‘ricorso urgente ex articolo 700’, potrà rivendicare il diritto ad essere collocato a ‘pieno titolo‘ nelle graduatorie abilitati, al fine di conseguire incarichi di supplenza al 30 giugno o al 31 agosto

Graduatorie Provinciali per le Supplenze, inserimento con riserva e diritto collocazione ‘a pieno titolo’ in I fascia GPS

Lo Studio Legale Esposito-Santonicola ha risposto ad un quesito posto da un nostro gentilissimo lettore.

Gentile avvocato, sottopongo al suo canale informativo un nuovo caso.
Con ricorso ex art. 700 c.p.c., definito innanzi al Tribunale del Lavoro di Messina, ho ottenuto, nel 2021, il riconoscimento del diritto all’inserimento nella I Fascia delle GPS – graduatorie di docenza riservate agli abilitati – per gli insegnamenti di mio interesse.
Trattasi di provvedimento giudiziario “stabile” considerato che, avverso l’ordinanza emessa dal Giudice del Lavoro, non risulta iscritto reclamo, nè ricorso di merito.

Con l’avvento dell’O.M. 112/2022 (recante l’aggiornamento delle GPS per il biennio 2022/24), ho richiesto l’inserimento nella I fascia GPS per la provincia di Napoli, dichiarando, quale titolo di accesso, il possesso del provvedimento giudiziario messinese, tuttora valido ed efficace “in quanto non decaduto”.

Quale conseguenza di detta richiesta, sono stato inserito “con riserva” nelle graduatorie degli abilitati, contrariamente a quanto stabilito dal Magistrato siculo, il quale ha riconosciuto il possesso di un titolo abilitante che consente la collocazione nella prima fascia GPS “senza prevedere riserva alcuna”.

Parliamo di una situazione tempestivamente denunciata con apposita diffida/reclamo – inoltrata alla competente diramazione ministeriale – per domandare “in autotutela” l’inserimento “a pieno titolo” sulle classi di interesse, rimasto privo di riscontro.
Ebbene, l’inserimento con riserva nella I fascia delle GPS mi ha, di fatto, preclusa la possibilità di partecipare alla scelta informatizzata delle sedi per la stipula dei contratti a tempo determinato, per l’A.S. 2022/23, da effettuarsi nell’intervallo temporale “tra il 02/08/2022 e il 16/08/2022”.

Alla luce di tanto, posso presentare ricorso per rivendicare il diritto all’inserimento “a pieno titolo” nelle graduatorie provinciali di I fascia GPS, al fine di poter stipulare contratti a tempo determinato fino al 30 giugno o 31 agosto?

CONSIGLIAMO: Insegnare senza farsi male. Le competenze emotive e relazionali del docente e la prevenzione dello stress in classe.

L’Avvocato risponde

Gentile docente – risponde lo Studio Legale Esposito Santonicola – la risposta al suo quesito è affermativa.

Dall’analisi della vicenda, a nostro parere, emerge come l’Ufficio scolastico/A.T.P., nell’aggiungere la riserva alla sua collocazione in I fascia GPS, abbia agito non solo contro il dispositivo della pronuncia del Tribunale di Messina – che, come ampiamente esposto, ha riconosciuto il diritto di inserimento in I fascia GPS senza riserva alcuna – ma anche “contra ius”, avendo, con ogni probabilità, applicato una normativa che “espressamente limita l’apposizione della riserva a due specifiche casistiche”:

  • a) Docenti abilitati all’estero, in attesa di omologazione definitiva del titolo;
  • b) Docenti non ancora specializzati alla data di presentazione della domanda, ma che abbiano conseguito il titolo abilitante entro il 20 luglio.

Nel caso descritto, la stabilità del provvedimento messinese, conseguente alla mancata proposizione di reclamo ovvero instaurazione del giudizio di merito, rende necessario lo scioglimento di una riserva che, ad onor del vero, non avrebbe dovuto, sin dalla proposizione della domanda, essere apposta, trattandosi di docente collocato “giudizialmente in I fascia GPS” (sin dal giorno di pubblicazione del pronunciamento “immediatamente esecutivo”).

In definitiva, se le ipotesi di inserimento con riserva sono state tassativamente normate dal legislatore scolastico, come da vigente ordinanza, appare arbitraria l’interpretazione ministeriale che, non considerando il dato letterale di cui al dispositivo del pronunciamento (reso dal Tribunale messinese) sul diritto all’inserimento in I fascia GPS, avrebbe ricondotto la sua condizione soggettiva nell’alveo degli “abilitati con riserva”.

Con ogni probabilità, l’errore in cui è incorso il Ministero è derivato da una lettura superficiale dell’O.M. 112/2022.