bonus bollette
Lampadina e monetine

Con la prima approvazione della manovra finanziaria arriva anche il via libera per il primo trimestre del 2023 per il bonus bollette rafforzato, destinato alle famiglie che si trovano in difficoltà economica. Vediamo quali sono le principali novità a riguardo.

Bonus bollette rafforzato nel 2023

Come precedentemente anticipato, il Consiglio dei ministri ha deciso di approvare in manovra finanziaria il cosiddetto bonus bollette rafforzato per i primi tre mesi del prossimo anno, alzando la soglia dell’Isee (attualmente fissata a 12 mila euro) a 15 mila euro. Resta, invece, bloccato il tetto di 20 mila euro per le famiglie numerose. Rimane in vigore anche la natura retroattiva del beneficio. Per quanto riguarda invece l’ipotesi di sganciare l’agevolazione dal criterio dell’Isee bisognerà ancora attendere.

Come ottenere il bonus

Al momento per usufruire del bonus bollette è sufficiente presentare la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) ed ottenere un’attestazione di Isee entro la soglia di accesso al bonus. In alternativa, occorre risultare titolari di reddito o pensione di cittadinanza. L’accesso su domanda resta, infine, valido per il bonus legato a situazioni di disagio fisico.