pensioni minime
Denaro

Negli scorsi giorni il Consiglio dei Ministri ha approvato la nuova Legge di bilancio per un valore di 35 miliardi di euro, di cui una parte sarà destinata all’aumento delle pensioni minime a partire proprio da gennaio 2023. Vediamo, quindi, come cambieranno gli importi.

Legge di Bilancio 2023: il capitolo pensioni

Come abbiamo anticipato nei nostri precedenti articoli, con l’approvazione della manovra finanziaria si attuerà a partire dall’anno prossimo una mini riforma sul piano pensionistico. A tal proposito, le principali misure di cui disporre per uscire in anticipo dal mondo del lavoro saranno le seguenti:

  • Quota 103;
  • Ape sociale;
  • Opzione donna rivisitata.

Ma le novità per i pensionati non finiscono qua, perché anche gli importi andranno incontro anche a dei significativi cambiamenti.

Pensioni minime: in arrivo l’aumento da gennaio

A partire dal prossimo anno, le pensioni aumenteranno del 7,3% per effetto dell’inflazione. Questo, però, non sarà l’unico incremento. In particolare, le pensioni minime subiranno un ulteriore aumento fino a sfiorare i 600 euro al mese contro gli attuali 525,38 (cifra comprensiva dell’aumento dello 0,2%). Più precisamente, stando a quanto stabilito dal decreto firmato dal ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti, i trattamenti minimi andranno di fatto incontro ad un incremento di 38,35 euro al mese. Se, però, si considera l’aumento voluto dal Governo Meloni, le pensioni minime cresceranno complessivamente dell’8,76%, vale a dire quindi di 46,02 euro al mese per un valore totale di 571,40 euro.

In generale, quindi, le pensioni minime subiranno una rivalutazione del 120%, ma gli aumenti caleranno all’aumentare dell’assegno Inps. “Rivaluteremo le pensioni con le minime al 120% ma con un meccanismo di aumento fino a 2 mila euro e poi mano a mano l’aumento diminuisce fino alle pensioni oltre 10 volte la minima, cioè sopra i 5 mila per le quali l’indicizzazione la finiamo al 35%”. Ha spiegato in conferenza stampa il presidente del Consiglio Giorgia Meloni. L’aumento maggiore in rapporto all’inflazione lo avranno, quindi, le pensioni più basse.