Concorso DSGA
Concorso DSGA

Concorso DSGA facenti funzione, l’ANQUAP (Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche) ha pubblicato il decreto N. 216 del Ministero dell’Istruzione riguardante la procedura concorsuale che, da alcuni mesi, era stata messa in stand-by, dopo aver ricevuto il parere favorevole da parte del CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione).

Concorso DSGA facenti funzione, il Decreto del Ministero dell’Istruzione

Come sottolinea ANQUAP in una nota informativa, i posti scoperti, all’avvio dell’anno scolastico 2022/23, erano circa 2.200 e di conseguenza il Ministero dell’Istruzione, di concerto con quello della Pubblica Amministrazione e il MEF, si è determinato ad emanare un nuovo Regolamento per il concorso ordinario (D.I. 146 del 28/06/2022 in G.U. serie generale n. 231 del 3 ottobre 2022) e un apposito Decreto per il concorso riservato ai facenti funzione con laurea specifica (D.M. 5/8/2022 N. 216).

‘Ad oggi – sottolinea il presidente Giorgio Germani – non sono stati ancora emanati i bandi per la procedura ordinaria e per quella riservata, mentre in via ufficiosa risulta che tra le due procedure i posti autorizzati per il concorso sarebbero intorno alle 2.800 unità’. Se da una parte le prove concorsuali sono state ridotte e semplificate, dall’altra, se i bandi non usciranno entro l’anno solare, sarà difficile assumere i vincitori di concorso dal 1 settembre 2023.

Il nuovo concorso si articolerà su una prova scritta (60 quesiti) e la valutazione dei titoli. Il punteggio massimo sarà pari a 100 punti, suddivisi in 60 per la prova scritta e 40 per la valutazione titoli. Il candidato che otterrà almeno 36 punti avrà superato la prova scritta.

Qui sotto riportiamo il testo del Decreto del Ministero dell’Istruzione N. 216 riportato da ANQUAP.

DECRETO