bonus casa
Soldi e casa in miniatura

Con la nuova Legge di Bilancio il bonus prima casa per gli under 36 verrà prorogato ancora per tutto il 2023. Ciò significa, quindi, che anche l’anno prossimo i più giovani potranno acquistare un immobile con mutui agevolati. Vediamo quali sono i requisiti e che cosa potrebbe cambiare.

Bonus prima casa 2023

In conferenza stampa il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha confermato la proroga del bonus prima casa per gli under 36 anche per il 2023. Al momento non ci sono indicazioni precise in merito, ma stando a quanto stabilito dal Decreto Aiuti bis e dalla circolare numero 12 dell’Agenzia delle Entrate, il beneficio spetta ai giovani fino ai 36 anni di età con un Isee inferiore ai 40 mila euro l’anno che acquistano l’immobile entro il 31 dicembre 2022. Con la nuova manovra finanziaria il bonus sarà esteso per gli acquisti fino al 31 dicembre 2023. Si ricorda inoltre che gli under 36 non solo potranno beneficiare della garanzia di Stato pari all’80%, ma potranno anche usufruire della cancellazione di alcune tasse connesse all’acquisto.

Cosa succede in caso di co-acquisto

In caso di co-acquisto della prima casa il bonus sarà calcolato pro-quota, in favore dei soli soggetti acquirenti aventi i requisiti richiesti. Se, quindi, uno dei due acquirenti non è in possesso dei requisiti, sull’altro si applica il minimo dell’imposta dovuto per legge, vale a dire 1.000 euro per l’imposta di registro, 50 euro per l’imposta ipotecaria e altri 50 per quella di registro. In sintesi, verrà applicata per metà la tassazione under 36 e per metà la tassazione ordinaria.