Ministero dell'Istruzione
Ministero dell'Istruzione

Concorso Dirigenti Scolastici 2017, tredici funzionari del Ministero dell’Istruzione, così come riportato dal ‘Corriere della Sera’, risultano indagati I funzionari, infatti, avrebbero inserito dati nel sistema Cineca ancor prima che le prove relative al concorso venissero consegnate dai partecipanti. La procura di Roma, tramite la pm Laura Condemi, ha appena notificato gli avvisi di garanzia. Il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha commentato la notizia.

Concorso DS, Ministro Valditara su funzionari indagati: ‘Garantismo sempre, ma Ministero sia casa trasparente’

‘Seguo con estrema attenzione – ha dichiarato il ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara – la vicenda dei tredici funzionari del Ministero indagati per falso ideologico. Nel rispetto più assoluto della cultura liberale e garantista in cui mi sono sempre riconosciuto, e quindi in attesa che la specifica vicenda giudiziaria segua il suo corso, tengo da subito a riaffermare un principio-cardine: il Ministero deve essere una casa trasparente e chi ci lavora deve avere sempre come riferimenti la responsabilità istituzionale e la condotta inappuntabile che ne deriva. La trasparenza dell’amministrazione pubblica verso gli altri organi dello Stato e verso i cittadini è un valore fondamentale’.

Non è la prima volta che il concorso Dirigenti Scolastici 2017 diventa oggetto di polemiche. Persino il Consiglio di Stato era intervenuto sulla questione respingendo le motivazioni del TAR in merito al possibile annullamento del concorso.