Aggiornamento GAE e GPS
Aggiornamento GAE e GPS

Graduatorie Provinciali per le Supplenze e aggiornamento Graduatorie ad Esaurimento, secondo quanto previsto dalla bozza del nuovo Regolamento riguardante le supplenze le GPS avranno validità triennale. Lo scopo è quello di garantire l’allineamento delle GPS con le GAE. Flc-Cgil sottolinea le motivazioni che spingono, invece, per un aggiornamento biennale.

Aggiornamento GPS e GAE, Flc-Cgil: ‘Cadenza biennale più funzionale a un sistema di reclutamento efficace’

Il sindacato di Francesco Sinopoli, in una nota informativa, spiega quali sono i passaggi necessari affinché si possa arrivare alla cadenza biennale per GPS e GAE. La normativa attualmente vigente per le GAE prevede all’articolo 1, comma 4 del Decreto-Legge del 7 aprile 2004 n. 97, convertito con modificazioni dalla Legge 4 giugno 2004, n. 143, la cadenza triennale dell’aggiornamento delle GAE.

La deroga alla triennalità dell’aggiornamento è stata già disposta con il Decreto Legge N. 4 del 27 gennaio 2022 che ha introdotto all’articolo 1 il comma 4-ter che prevede per gli anni scolastici 2022/23 e 2023/24 l’aggiornamento delle GAE biennale.
Per conseguire tale obiettivo, sia rispetto alle GAE che alle GPS, si deve procedere a una modifica della suddetta normativa.

CONSIGLIAMO: Insegnare senza farsi male. Le competenze emotive e relazionali del docente e la prevenzione dello stress in classe

Le ragioni che spingono verso una cadenza biennale

Innanzitutto, viene sottolineato come l’aggiornamento triennale andrebbe a procrastinare l’impossibilità di accesso alle graduatorie per tutti quei laureati che non riescono a iscriversi alle Graduatorie Provinciali per le Supplenze entro le scadenze fissate. Un numero importante di giovani, così, sarebbe costretto a continuare a rimanere fuori dal sistema di reclutamento.
In secondo luogo, il fatto di rimandare a tre anni l’aggiornamento aggraverebbe la situazione reclutamento docenti relativa a particolari discipline e settori, sia di ambito scientifico che nel segmento della scuola primaria.

Flc-Cgil, inoltre, sottolinea come l’aggiornamento biennale potrebbe favorire una maggior flessibilità nello spostamento, da parte dei docenti, una maggiore motivazione a muoversi anche lontano dalla propria residenza. Inoltre, viene ricordato come, negli ultimi due anni scolastici, si sia sperimentata con buoni risultati, l’assunzione finalizzata al ruolo da prima fascia GPS sostegno. L’aggiornamento delle graduatorie e la possibilità di spostarsi dove vi siano maggiori opportunità di assunzione può contribuire al successo della procedura.

Infine, Flc-Cgil fa presente come l’aggiornamento più frequente dei titoli e dei servizi possa portare ad uno snellimento delle procedure. Il fatto che vi siano meno titoli da dichiarare e meno servizi favorisce una potenziale riduzione di errori nella compilazione delle domanda. Il sindacato, tra l’altro, ha annunciato di aver proposto al Ministero dell’Istruzione delle importanti semplificazioni della procedura informatizzata.