Collaboratori scolastici
Collaboratori scolastici

Personale ATA, si allarga anche in Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna lo scandalo dei collaboratori scolastici che hanno dichiarato dei titoli ‘sospetti’ per entrare nelle graduatorie di istituto. Attualmente i bidelli che sono stati licenziati sarebbero 123, come riporta il quotidiano ‘Il Mattino’ ma i provvedimenti di licenziamento sarebbero destinati ad aumentare.

Personale ATA, 123 collaboratori scolastici licenziati tra Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Toscana

L’Ufficio scolastico di Salerno aveva ricevuto, nell’ultimo anno e mezzo, più di 300 richieste di verifica titoli a carico di collaboratori scolastici che avevano avuto supplenze al Centro Nord Italia. Per questa ragione, si è collaborato con scuole di Verona, Treviso e Venezia, proprio a motivo di segnalazioni di presunti casi irregolari. A Pistoia, sono indagati altri 19 bidelli salernitani: sono stati ritenuti responsabili di truffa aggravata ai danni dello Stato; falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale; falsità ideologica e materiale commessa da privato in atto pubblico e per l’inosservanza delle disposizioni legislative e regolamentari inmateria di documentazione amministrativa.

Uno scandalo destinato ad allargarsi

Ma lo scandalo è destinato ad allargarsi: molte altre scuole in Veneto, Marche e Lombardia, infatti, stanno esaminando i fascicoli dei bidelli salernitani. Secondo le prime verifiche si è scoperto che, in alcuni casi, il diploma di qualifica dichiarato era falsificato, riprodotto e senza alcun riscontro nei registri di scuole paritarie o scuole statali salernitane; In altri casi, invece, gli aspiranti avevano gonfiato i titoli di servizio dichiarando di aver prestato servizio per anni in scuole paritarie. Si è accertata, però, la mancanza dei versamenti all’Inps che avrebbero dovuto attestare il servizio effettuato con regolarità per farlo valere nelle graduatorie. 

Le assunzioni sono state disposte in base alla posizione ricoperta dai candidati nella graduatoria correlata al bando personale Ata ai primi posti, in cui si erano posizionati sistematicamente dei candidati che avevano dichiarato di aver conseguito diplomi di qualifica professionale con votazione di 100 centesimi, oltre al possesso di specifiche esperienze professionali. 

Come riporta ‘Il Mattino’, si tratterebbe solamente della punta di un iceberg. I collaboratori scolastici sotto accertamento titoli sarebbero, al momento, 123 ma il numero è destinato a salire.