stipendio supplenti
stipendio supplenti

Ci sono alcune situazioni in cui un precario vede saltare il pagamento dello stipendio. Questo può accadere per varie ragioni, ma la più comune è quando la scuola annulla un contratto retroattivamente, per inserirne un altro. In questi casi, il rischio che lo stipendio salti è altissimo. Per quale motivo? Perché l’annullamento di un contratto crea un debito, mentre l’inserimento di un contratto crea un credito.

Supplenze e stipendio che salta: in quali casi?

Vediamo quali sono i casi in cui un supplente rischia di saltare il pagamento dello stipendio. Naturalmente, a volte gli stipendi non vengono pagati semplicemente perché i fondi non sono stati autorizzati (come capitato lo scorso anno ai supplenti Covid). I casi principali, nelle altre situazioni, li ha chiariti Duilio Mazzotti e possono essere:

  • Quando il contratto viene annullato, si crea un debito. Quando se ne inserisce uno nuovo, si crea un credito. Se il debito è maggiore del credito è possibile che l’emissione salti, in quanto le ritenute sono più alte dello stipendio.
  • In altri casi gli stipendi saltano perché le assenze vengono accumulate, e poi segnalate tutte insieme e in ritardo. Per cui, anche in questo caso, se il conguaglio risulta a debito è possibile che lo stipendio salti per effetto delle somme da recuperare.