Rinnovo CCNL scuola
Rinnovo CCNL scuola

Il rinnovo del contratto collettivo nazionale 2019-21portato a termine nei giorni scorsi all’Aran, porterà aumenti e arretrati al personale scolastico. Ma come rammenta il sindacato Anief, riguarda solo il trattamento economico sino alla fine del 2021. Come detto fin dall’inizio, questa trattativa si divide in due parti. Da adesso in poi l’impegno si concentrerà sul reperire altri soldi per allineare l’indennità di vacanza contrattuale e sulla revisione della parte contrattuale sulla normativa.

Rinnovo contratto, adesso il secondo step

Adesso si va a caccia di nuove risorse. Per cosa? “Nella scuola – ha detto Marcello Pacifico – una delle figure apicali è quella del DSGA, che oggi deve avere col contratto una indennità superiore a quella che aveva in passato. Abbiamo poi tantissime figure di facenti funzioni DSGA, assistenti amministrativi su ruolo superiore, ed anche loro hanno pieno diritto ad avere riconosciuto un ruolo di fatto che svolgono da anni. Tutto questo bisognerà portarlo in contrattazione e trovare un punto d’incontro”.

Di altre questioni da risolvere aveva parlato anche la CISL scuola: ‘dalla revisione della parte relativa alle attività funzionali all’insegnamento, alla piena esigibilità del diritto alla formazione di tutto il personale. Ci sono poi i nodi riguardanti il superamento dei vincoli della mobilità introdotti da diverse norme di legge, la questione delle sanzioni disciplinari, i diritti del personale precario‘.

Servono le risorse

Ma questo può avvenire soltanto se il governo trova le risorse: “Noi, come Anief – continua Pacifico – abbiamo favorito la presentazione di un emendamento alle leggi di fine 2023, presentato sia dalla maggioranza che dall’opposizione. Servono 30 milioni di euro per valorizzare i DSGA. Ed altri soldi per valorizzare tutto il personale ATA. Speriamo che questi emendamenti vengano accolti, finalmente così si possa permettere di sbloccare in Aran questa situazione”.

Potrebbe interessarti: Nuove posizioni stipendiali docenti e ATA (tabelle UIL)