Emendamenti
Emendamenti

Concorso straordinario bis, nei giorni scorsi abbiamo riferito in merito all’emendamento presentato da Fratelli d’Italia al Decreto Aiuti Quater volto all’integrazione delle graduatorie di merito della procedura concorsuale straordinaria con gli idonei che hanno partecipato al concorso. Le medesime graduatorie, secondo quanto richiesto dall’emendamento, saranno utilizzate annualmente, ai fini dell’immissione in ruolo e sino al loro esaurimento. A questo proposito, il Coordinamento Docenti Modifichiamo il Concorso Straordinario Bis ha inviato una lettera aperta a tutti i componenti delle Commissioni Cultura e Bilancio di Camera e Senato nonché a tutti i ‘deputati e senatori che hanno a cuore la scuola italiana‘.

Lettera aperta del Coordinamento Docenti Modifichiamo il Concorso Straordinario Bis

Nella lettera inviata ai membri delle Commissioni parlamentari, viene rimarcato il fatto che l’approvazione dell’emendamento presentato da Fratelli d’Italia N. 13.0.22 potrebbe sanare una delle situazioni inique ed inaccettabili, fortemente contestata sin dal principio dai docenti precari

Viene sottolineato, infatti, come l’emendamento in questione darebbe vita ad una fase transitoria che offrirebbe stabilità a quei docenti che, da anni, stanno sorreggendo la scuola pubblica italiana. 

‘L’emendamento – si legge ancora nella lettera inviata dal Coordinamento Docenti Modifichiamo il Concorso Straordinario Bis – risponde anche alle esigenze di formazione del personale scolastico che, a proprie spese, parteciperà al percorso universitario abilitante previsto di 5 CFU’.
Viene precisato, inoltre, che il contenuto dell’emendamento non produrrebbe alcun aggravio di spesa, proprio perché la formazione sarà a carico dei partecipanti al concorso e l’assegnazione dei posti avverrà secondo quanto disposto annualmente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

‘Inserendo in graduatoria tutti i partecipanti alla prova orale ed utilizzando le graduatorie di merito fino al loro esaurimento – viene ulteriormente precisato nella lettera – si andrebbe a realizzare quanto indicato nella Direttiva UE 1999/70/CE, evitando nuove procedure d’infrazione per il nostro Paese’.

In base a quanto esposto, i docenti chiedono l’approvazione dell’emendamento nella piena convinzione che il nuovo esecutivo, partendo da questo primo passo, voglia finalmente risolvere l’annoso problema del precariato. Riportiamo qui sotto il testo integrale della lettera inviata dal Coordinamento Docenti Modifichiamo il Concorso Straordinario Bis.

LETTERA