Carta del Docente per il bonus 500 euro
Carta del Docente per il bonus 500 euro

Carta del Docente anche ai precari, nuovi accoglimenti giudiziari dai tribunali per quanto riguarda il riconoscimento del bonus 500 euro anche ai docenti che prestano servizio nella scuola pubblica italiana con contratto a tempo determinato. Questa volta, le sentenze in merito sono state emesse dal Tribunale del Lavoro di La Spezia e di Torino.

Bonus 500 euro, nuove sentenze di riconoscimento del diritto alla Carta del Docente dai Tribunali di La Spezia e di Torino

Lo Studio Legale Esposito Santonicola riferisce che i Giudici del Lavoro di Torino (Dottor Gian Luca Roboaldo) e di La Spezia (Dottor Giampiero Panico) hanno accolto le tesi dei legali, per altro avallate dalla Corte di Giustizia Europea e dal Consiglio di Stato, in merito all’accertamento del diritto ad usufruire del beneficio economico, funzionale all’aggiornamento e alla formazione del personale docente

Tra le motivazioni che hanno portato all’accoglimento dei ricorsi, spicca quella relativa alla non distinzione tra docenti assunti a tempo indeterminato e docenti con contratto a tempo determinato in merito alla formazione che rappresenta un elemento essenziale nell’attività lavorativa. Inoltre, la Carta Docenti rappresenta uno strumento destinato a favorire la formazione. Quanto disposto dalla legge N. 107/2015, che ha introdotto il bonus 500 euro, ha prodotto, infatti, una evidente disparità di trattamento a danno degli insegnanti che vengono assunti a tempo determinato. 

Qui di seguito riportiamo il comunicato diffuso dallo Studio Legale Esposito Santonicola che illustra, in dettaglio, le ragioni che hanno portato al recentissimo duplice riconoscimento della Carta del Docente anche per il personale docente precario.

COMUNICATO