carta docente
carta del docente

Torniamo a parlare della carta docente, il bonus del valore di 500 euro introdotto con la legge 107 del 13 luglio 2015 (Buona Scuola) che mira all’aggiornamento dei docenti di ruolo. Solo i docenti con contratto a tempo indeterminato, infatti, possono fruire di questa agevolazione che, come sappiamo, potrebbe essere ridotta a 375 euro dopo l’anno scolastico 2023-2024. Di seguito riportiamo la vicenda di una docente calabrese che ha denunciato la sparizione del suo bonus pari a 500 euro.

Una docente segnala la sparizione del bonus di 500 euro dalla propria carta docente

Molto spesso la carta docente è stata oggetto di discussioni all’interno del mondo della scuola, ma fino a questo momento il dibattito si è incentrato sull’estensione del beneficio anche ai docenti precari, al personale educativo e ATA. Alcune volte le pagine di cronaca ne hanno riportato un uso illecito da parte di qualche insegnante, che ha utilizzato l’importo di 500 euro per acquistare beni non prettamente legati alla formazione e all’aggiornamento docente.

Stavolta, però, si tratta di altro: una docente di musica del comune di Bianco (che preferisce mantenere l’anonimato), in servizio presso l’istituto comprensivo di Platì, in provincia di Reggio Calabria, nei giorni scorsi ha scoperto che l’intero suo importo pari a 500 euro è sparito dal suo portfolio. L’insegnante, controllando alla voce “Buoni già spesi”, si è ritrovata con un buono generato utilizzato presso “Amazon EU SARL Rue Plaetis 5, 00000, Lussemburgo (EE)”, con data di validazione 22/11/2022. La docente, rimasta totalmente basita, ha subito cercato di diffondere quanto accaduto, lasciando un post sul gruppo Facebook ‘Professione Insegnante’: qui, oltre a chiedere se anche ad altri colleghi fosse accaduta la stessa cosa, ha invitato tutti a stare attenti e controllare. In molti l’hanno sollecitata a verificare bene: se così fosse, si potrebbe trattare anche di un furto di identità dello Spid.

La denuncia ai carabinieri

La docente non si è fermata e, certa di non avere commesso errori nell’utilizzo del bonus della sua carta docente, si è rivolta ai carabinieri della caserma di Bianco: qui lo scorso 8 dicembre, alle ore 19:11, ha esposto regolare denuncia contro ignoti relativa a indebito utilizzo del bonus. Riportiamo in allegato la dichiarazione rilasciata: resta da chiarire adesso quanto è accaduto e le modalità.

DENUNCIA