Emendamenti
Emendamenti

Concorso Dirigenti Scolastici 2017, Fratelli d’Italia ha presentato due emendamenti al Decreto Legge Aiuti Quater (prima firma della capogruppo alla VII Commissione Cultura del Senato, Carmela Ella Bucalo) ‘al fine di tutelare le esigenze di economicità dell’azione amministrativa e di prevenire le ripercussioni sul sistema scolastico dei possibili esiti dei contenziosi pendenti relativi ai concorsi per dirigente scolastico’. L’Avvocato Maria Rosaria Altieri spiega quali sono i contenuti degli emendamenti e cosa potrebbe cambiare nel caso questi dovessero essere approvati in via definitiva.

Concorso Dirigenti Scolastici 2017, gli emendamenti presentati da Fratelli d’Italia

È di qualche giorno fa la notizia della presentazione di un emendamento al Decreto Legge Aiuti quater che consentirebbe ai docenti che non hanno superato il concorso per Dirigenti Scolastici del 2017 e che hanno un contenzioso pendente, di essere ammessi ad un corso riservato con effetto sanante la loro mancata ammissione alla successiva fase concorsuale.

Il Decreto Legge N. 176/2022, cosiddetto Decreto Aiuti quater, recante “Misure urgenti di sostegno nel settore energetico e di finanza pubblica”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 270 del 18 novembre 2022, così come previsto dall’art. 77 della Costituzione è stato presentato lo stesso giorno al Senato per la conversione.

In occasione della conversione – spiega l’Avvocato Maria Rosaria Altieri – verranno discussi tutti goli emendamenti presenti, tra i quali vi è, per l’appunto, quello proposto dalla senatrice Carmela Bucalo, capogruppo FdI alla VII Commissione Cultura del Senato, “al fine di tutelare le esigenze di economicità dell’azione amministrativa e di prevenire le ripercussioni sul sistema scolastico dei possibili esiti dei contenziosi pendenti relativi ai concorsi per dirigente scolastico”. 

I contenuti dei due emendamenti

Per la verità – sottolinea l’Avvocato Maria Rosaria Altieri – gli emendamenti proposti dalla senatrice Bucalo sono due:

– il primo consente la partecipazione ad un corso intensivo di formazione su base regionale di 120 ore con prova finale “ai soggetti che abbiano sostenuto la prova scritta e che, alla data di entrata in vigore della presente legge, abbiano già ricevuto una sentenza favorevole in primo grado o abbiano, comunque, un contenzioso giurisdizionale in atto, avverso il succitato concorso per mancato superamento della prova scritta o di quella orale”;

– il secondo consente la partecipazione al corso (sempre di 120 ore e con prova finale) “ai soggetti che abbiano sostenuto almeno la prova scritta”.

In ogni caso, requisito minimo per accedere al corso riservato è l’aver sostenuto almeno la prova scritta del concorso bandito nel 2017 ed avere un contenzioso pendente. Superata la prova finale del corso, gli aspiranti Dirigenti Scolastici verranno inseriti in coda nella graduatoria nazionale. Dunque, potranno ottenere l’assunzione quali Dirigenti Scolastici, solo dopo l’assunzione di tutti coloro che hanno superato le due prove concorsuali.

Le modalità di svolgimento del corso verranno determinate con decreto del Ministero dell’Istruzione e del Merito entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del Decreto Legge Aiuti quater.

Quali sono i tempi?

Il Decreto Aiuti quater, dopo aver ricevuto il parere positivo delle 8 commissioni del Senato a cui è stato assegnato, è attualmente all’esame della V Commissione Bilancio e dovrà, poi, essere approvato dall’Assemblea, unitamente agli emendamenti presentati, tra cui quello relativo al concorso riservato per gli aspiranti DS voluto da FdI. Il testo approvato passerà quindi alla Camera per l’esame da parte delle commissioni e l’approvazione dell’assemblea.

Quando entrambe le Camere avranno approvato il medesimo testo di legge (con gli stessi emendamenti), la legge potrà essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore. Da quel momento – conclude l’Avvocato Altieri – il Ministro Valditara avrà 30 giorni per emanare il decreto con cui disciplinare le modalità di svolgimento del corso riservato di 120 ore.