Parlamento
Parlamento

In Senato è stato approvato il disegno di legge di conversione del decreto legge 31 ottobre 2022 n. 162, che include modifiche alla gestione sanitaria del Covid-19. Il provvedimento è stato trasmesso alla Camera dei deputati ,che dovrà approvarlo entro il mese di dicembre 2022. Cosa cambia? Di seguito una sintesi delle nuove regole.

Nuove regole Covid-19: cosa cambia

La doverosa premessa a queste informazione circa le nuove regole per la gestione del Covid, è che molte di esse entreranno in vigore solo dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del decreto legge. Vediamo di cosa si tratta.

  • Autosorveglianza: Ridotto da 10 a 5 giorni il regime di auto-sorveglianza per coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2.
  • Regime di isolamento: Tutto sarà definito dal Ministero della Salute, tramite circolare, fino all’accertamento della guarigione, salvo che per il ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura destinata a tale scopo.
  • Test Antigenico: viene eliminato l’obbligo di effettuare un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2, anche presso centri privati a ciò abilitati, alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.
  • Cessazione isolamento: viene cancellata la norma che prevede la cessazione del regime di isolamento dopo l’esito negativo di un test antigenico.

Obbligo vaccinale e vaccini

  • Sanzioni amministrative per violazione dell’obbligo vaccinale: fino al 30 giugno 2023 sono sospese le attività e i procedimenti di irrogazione della sanzione amministrativa da 100 euro prevista per l’inadempimento dell’obbligo di vaccinazione.
  • Obbligo vaccinale: L’obbligo vaccinale per gli studenti dei corsi di laurea impegnati nello svolgimento dei tirocini pratico-valutativi finalizzati al conseguimento dell’abilitazione all’esercizio delle professioni sanitarie non trova più applicazione dal 2 novembre 2022. La norma è in vigore dal 1° novembre 2022 (art. 7 comma 1 lettera a) n. 1).
  • Unità per il completamento della campagna vaccinale: Prorogate al 30 giugno 2023 le norme sulla istituzione e funzionamento dell’Unità per il completamento della campagna vaccinale e per l’adozione di altre misure di contrasto della pandemia.
  • Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale (PanFlu): i capitoli dello stato di previsione del Ministero della salute sono complessivamente incrementati di 35,8 milioni di euro per l’anno 2023, per consentire l’assolvimento dei compiti attribuiti alle amministrazioni centrali dal Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale (PanFlu) 2021-2023.