bonus
Parola bonus

È arrivato il nulla osta in manovra da parte della Commissione anche per il bonus mobili 2023, una detrazione fiscale al 50% che spetta per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Ad ogni modo, la vera novità è che la soglia massima è stata rimodulata a 8 mila euro.

Bonus mobili 2023

Fra i bonus destinati alla casa che sono stati riconfermati per il prossimo anno vi è anche il cosiddetto bonus mobili. Fino ad oggi l’importo massimo raggiungibile per godere dell’incentivo era di 10 mila euro. In questo modo, si potevano recuperare in 10 anni 5 mila euro. Per il il 2023 e il 2024 la somma è stata in un primo momento portata a 5 mila, ma con le ultime modifiche della manovra il tetto è stato infine fissato a 8 mila per il prossimo anno. Rimane invece a 5 mila per il 2024.

Chi può ottenerlo

Come ha specificato l’Agenzia delle Entrate, il bonus mobili è destinato a tutti coloro che acquistano entro la fine dell’anno “mobili ed elettrodomestici nuovi e che abbiano realizzato interventi di ristrutturazione edilizia a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dei beni”.

La detrazione del 50% è valida a prescindere dalle spese sostenute. Tuttavia, si applica su un importo massimo di 8 mila euro a partire dal 2023. L’Ente specifica, inoltre, che il limite massimo di spesa riguarda la singola unità immobiliare, comprensiva delle varie pertinenze o delle parti comuni dell’edificio. Ciò significa, quindi, che chi esegue lavori su più unità avrà diritto più volte al bonus.