Carta del Docente e bonus 500 euro
Carta del Docente e bonus 500 euro

Fioccano le sentenze a favore del riconoscimento della Carta del Docente a favore del personale precario della scuola: già da alcune settimane stiamo riportando i successi ottenuti nei vari tribunali d’Italia a motivo della discriminazione attuata tra i docenti di ruolo, ai quali la legge 107/2015 riconosce il bonus 500 euro per l’aggiornamento e la formazione professionale, e il personale precario, al quale è stato negato questo diritto.

Carta del Docente anche ai precari, nuova duplice sentenza dal Tribunale di Siena

Lo Studio Legale Giannuzzi Cardone di Bari, a questo proposito, riporta la duplice sentenza emessa dal Tribunale di Siena attraverso la quale viene riconosciuto a due docenti il diritto a percepire il bonus da 500 euro per gli anno scolastici che vanno dal 2017/18 al 2022/23.

Anche il Tribunale toscano ha ribadito come l’esclusione dei docenti precari dalla Carta del Docente rappresenti un atto di discriminazione ai sensi della Direttiva Comunitaria 1999/70/CE e che non vi è ‘alcun elemento che possa giustificare un diverso trattamento dei docenti assunti con contratto a tempo determinato rispetto ai docenti di ruolo assunti a tempo indeterminato’.

Per effetto della sentenza, sono state liquidate somme pari a 6.000 euro.