bonus cultura
Libri

La manovra finanziaria 2023 ha confermato la proroga del cosiddetto Bonus Cultura ancora per un anno. L’incentivo destinato all’acquisto di libri, biglietti del cinema e del teatro da parte dei diciottenni. Che cosa cambierà, quindi, a partire dal 2024? Come sarà sostituita 18App?

Legge di Bilancio: approvato il Bonus Cultura ancora per un anno

Dopo un acceso dibattito, la nuova Legge di Bilancio ha confermato il cosiddetto Bonus Cultura 18enni ancora per tutto il 2023. L’incentivo del valore di 500 euro potrà, quindi, essere utilizzato per l’acquisto di libri, biglietti per cinema, concerti, spettacoli di teatro o danza ed altri eventi culturali soltanto dai ragazzi che hanno compiuto i 18 anni nel 2022. In questo caso, secondo quanto stabilito dal decreto 184 del ministero della Cultura pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 281 del 1° dicembre 2022, sarà possibile presentare le apposite domande dal prossimo 31 gennaio.

Cosa cambierà nel 2024?

A partire dal 2024, invece, la vecchia 18App sarà sostituita da altre due misure: la Carta Cultura Giovani e la Carta del Merito. La prima erogherà 500 euro ai diciottenni appartenenti a famiglie con un Isee fino a 35 mila euro; la seconda sempre da 500 euro andrà a tutti i giovani, a prescindere dal reddito familiare, che raggiungeranno il massimo dei voti alla maturità. Le due Carte saranno cumulabili e disponibili a partire dalla classe 2005, vale a dire quindi coloro che compiono 18 anni nel 2023.

“Con queste misure diamo valore al merito e mettiamo in campo un sistema equo per rendere più accessibile la cultura ai giovani” ha dichiarato soddisfatta la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Tuttavia, per non sbagliare con le richieste sarà necessario fare molta attenzione alle scadenze.