Parlamento
Parlamento

Il segretario generale della Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile, ha invocato una coraggiosa presa di posizione del ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara in merito alla situazione estremamente complicata in cui versa la scuola pubblica italiana, soprattutto in merito alla questione dei vincoli sulla mobilità del personale docente.

Vincoli mobilità, D’Aprile: ‘Urge intervento del ministro Valditara’

Uil Scuola Rua, attraverso una nota informativa, ha sottolineato come il comma 12 dell’articolo 5 del Decreto Milleproroghe, che avrebbe derogato di un anno l’applicazione del vincolo sulla mobilità dei docenti, è stato ritirato. La motivazione sarebbe quella della ‘verifica compatibilità con PNRR’. Una decisione a sorpresa, visto che la questione ormai veniva considerata in dirittura d’arrivo. Uil rimarca il fatto che la soluzione della questione dei vincoli non può continuare ad attendere.

Giuseppe D’Aprile si chiede che senso abbia ‘imporre il rispetto della continuità didattica per la mobilità dei docenti di ruolo e far finta che la stessa non esista dinanzi, ad esempio, ad oltre 200 mila precari che a tutt’oggi continuano a cambiare sede a danno, appunto, della sacrosanta continuità didattica da garantire agli alunni’. Una situazione davvero paradossale.

Un sistema che non funziona, se si considera il fallimento dell’algoritmo per le attribuzioni degli incarichi a tempo determinato, senza dimenticare le nomine da graduatorie concorsuali a ridosso delle festività natalizie, per non parlare dei docenti di sostegno che cambiano in continuazione. È un modo di gestire la scuola assolutamente contraddittorio, secondo il segretario generale della Uil Scuola Rua. 
Il sindacato invoca scelte coraggiose da parte del ministro Valditara, ‘anche in controtendenza’, sottolinea Giuseppe D’Aprile, visto che più volte lo stesso ministro si è espresso favorevolmente nei confronti di una risoluzione positiva della questione dei vincoli.