Richiesta part-time
Richiesta part-time

Nella maggior parte delle province si sta procedendo all’attribuzione delle supplenze da graduatorie d’istituto e da Mad. La situazione però da Nord a Sud è variegata. E mentre alcuni Usp hanno chiuso le convocazioni da Gps per questo anno scolastico addirittura già da ottobre, altri potranno continuare anche a gennaio.

Un problema che si pone con riferimento ai contratti annuali è la richiesta di part-time. Molti aspiranti si chiedono infatti se, in caso di convocazione di una supplenza al 31 agosto, la richiesta del tempo ridotto può incidere sulla data finale del contratto.

Di seguito riportiamo i chiarimenti del caso.

Supplenze e richiesta part-time

Innanzitutto nessun dubbio si pone sulla possibilità di richiedere il passaggio da tempo pieno a tempo parziale anche per i supplenti, a prescindere che l’incarico sia assegnato da Gps, GI o Mad. Gli interessati devono però essere destinatari di supplenze annuali o al 31 agosto o al 30 giugno.

Va inoltre precisato che la richiesta di part-time va presentata al Dirigente Scolastico all’atto dell’assunzione di servizio. Per poter essere accolta però non deve essere stata superata la quota del 25% della dotazione organica complessiva di personale a tempo pieno di ciascuna classe di concorso .

Rimodulazione della scadenza del contratto di supplenza

Se nulla sostanzialmente osta alla richiesta di part-time occorre però tenere presente le conseguenze sulla data di scadenza del contratto annuale.

Qualora infatti si trattasse di una supplenza al 31 agosto, con il passaggio al tempo parziale la data di chiusura del contratto sarebbe rimodulata al 30 giugno. Il riferimento lo troviamo nella circolare ministeriale che regola le supplenze, la quale a sua volta rinvia al CCNL 2006 – 2009 (ancora vigente), precisando che le disponibilità derivanti da part-time sono coperte con contratti al 30 giugno.