bonus da 200
Banconota 200 euro

Il bonus una tantum del valore di 200 euro per i redditi inferiori a 35 mila euro l’anno, incrementato successivamente ad altri 150 euro per i redditi fino a 20 mila euro, è stato esteso dal nuovo Governo anche ad altri lavoratori. Scopriamo, quindi, a chi spetta adesso.

Bonus 200 euro: esteso l’elenco dei beneficiari

Il decreto interministeriale firmato lo scorso 7 dicembre dal ministro del Lavoro Marina Calderone e dal ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti è stato registrato alla Corte dei Conti. Ciò significa, quindi, che il bonus una tantum del valore di 200 euro ha visto espandersi la platea dei beneficiari. Nello specifico, con le ultime direttive sono stati inclusi nell’elenco anche i lavoratori autonomi senza partita Iva.

Il Governo ha fatto sapere che: “Si modifica così l’originaria previsione attuativa del D.M. 19 agosto 2022, pubblicato sulla G.U. n. 224 del 24 settembre, con cui si indicavano come beneficiari esclusivamente i lavoratori autonomi e i professionisti titolari di partita Iva”.

A chi spetta

Di fatto, l’ampliamento ministeriale interessa una platea potenziale di ulteriori 30 mila lavoratori autonomi e circa 50 mila professionisti. Compresi 30 mila specializzandi di medicina e chirurgia. Per ricevere l’incentivo sono previsti due casi. Chi aveva già fatto richiesta all’Inps o alla propria cassa di riferimento, ma se l’era vista rifiutare non dovrà fare nulla, in quanto la domanda verrà recuperata in automatico. Coloro che, invece, non avevano provveduto ad inoltrare la richiesta dovranno attendere le indicazioni che saranno fornite a breve dall’Inps e dagli enti equivalenti.