Bonus 500 euro
Bonus 500 euro

Carta docenti ai precari: continua la corsa ai ricorsi in tribunali, puntualmente accolti. La FLC CGIL informa che il Tribunale di Trapani ha accolto tutti i ricorsi per decreto ingiuntivi proposti dai docenti a tempo determinato esclusi illegittimamente dall’utilizzo della Carta del docente, il bonus da 500 euro dedicato alla formazione dell’insegnante. I docenti sono stati assistiti dai legali della FLC CGIL avvocati Nicastro, Spataro, Cappello e Barrile.

Bonus 500 euro per la formazione

L’istituto economico del bonus da 500 euro è previsto dall’articolo 1, comma 121, della legge 107 del 2015 e ha come fine ‘sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzare le competenze professionali’. Spetta, quindi, anche ai precari. Il Ministero dell’Istruzione, dopo avere opposto ad alcuni ricorsi per il tramite dell’Avvocatura, ha desistito e ha rinunciato alle opposizioni con conseguente definitività dei decreti ingiuntivi emessi.

L’USP di Trapani ha già richiesto, per alcuni ricorrenti, i dati per provvedere all’erogazione del beneficio, al fine di ottenere l’esecuzione del provvedimento. Questa importante vittoria, sostiene Fiorella Borgesi, segretaria della FLC CGIL di Trapani, segna un passo importante verso l’equiparazione dei diritti tra personale precario e non.