gps docenti
gps docenti

GPS 2023/24: cosa cambierà il prossimo anno scolastico rispetto a quello in corso? Le graduatorie provinciali per le supplenze permettono ai docenti precari (e non) di ottenere incarichi di supplenza nella scuola. Il 2022/23 è stato l’anno dell’aggiornamento biennale, ma a casusa dell’algoritmo e del suo malfunzionamento, non sono mancate problematiche e ricorsi. Cosa aspettarsi dal prossimo anno scolastico, tenendo conto del fatto che il prossimo aggiornamento avverrà nel 2024/25?

GPS 2023/24: cosa non cambierà

Come abbiamo detto, l’aggiornamento delle GPS è biennale, per cui il 2023/24 non sarà possibile aggiungere titoli e servizi. Gli aspiranti non potranno nemmeno cambiare provincia. Questo, però, non significa che le graduatorie resteranno le medesime. Dopo l’aggiornamento, sono stati pubblicati diversi decreti di esclusione, alcuni aspiranti non hanno ottenuto la convalida di alcuni titoli e altri andranno ad inserirsi negli elenchi aggiuntivi di I fascia. Ciò comporterà una modifica delle graduatorie, anche senza aggiungere nuovi titoli e servizi.

Per cui, nell’a.s. 2023/24 non ci saranno nuovi inserimenti in II fascia, anche se chi si è abilitato o specializzato su sostegno nei tempi previsti, avrà la possibilità di inserirsi in cosa alla I fascia, negli elenchi aggiuntivi.

Che dire dell’algoritmo? Non c’è nessuna informazione circa una sua eliminazione, anche se più volte si è discusso della possibilità di migliorarlo ed eliminare gli errori che hanno portato ad ingiustizie nell’attribuzione delle supplenze. Quindi, sulla questione è ancora tutto da vedere. Forse Ministero e sindacati riusciranno a trovare un accordo in proposito.

Cosa cambierà rispetto a questo anno scolastico

Se non sarà possibile aggiungere titoli e servizi per aumentare il punteggio, sarà possibile scegliere nuovamente fino a 150 scuole. Un altro cambiamento deriva dalla costituzione degli elenchi aggiuntivi alla I fascia. I docenti inseriti avranno la priorità per l’assegnazione delle supplenze, rispetto alla seconda fascia GPS. Sembra, invece, che non avranno priorità per quanto riguarda l’attribuzione delle supplenze da seconda fascia.