supplenze
supplenze

Supplenze da GPS e da graduatorie di istituto per l’anno scolastico 2022/23, occorre prestare particolare attenzione sull’attribuzione degli incarichi a tempo determinato a partire da questo gennaio 2023. Innanzitutto occorre fare una distinzione tra posti vacanti e disponibili entro il 31 dicembre 2022 e le cattedre che si rendono vacanti dopo questa data, a partire quindi dallo scorso 2 gennaio 2023.

Supplenze da GPS e da graduatorie di istituto, chiarimenti su attribuzione degli incarichi

In merito all’attribuzione degli incarichi a tempo determinato, vacanti e disponibili entro lo scorso 31 dicembre, le cattedre continuano ad essere di competenza dell’USR che, di conseguenza, continuerà ad affidarsi all’algoritmo ministeriale.

I posti oggetto di tale assegnazione saranno quelli eventualmente derivanti da rinunce, oppure lasciati liberi dai docenti vincitori del concorso straordinario bis oppure quei posti resi liberi da docenti in esonero o semiesonero per collaborazione con il dirigente scolastico in scuole assegnate in reggenza. 

Cosa dice la nota dell’Ambito Territoriale di Torino N. 13 del 2 gennaio

Per quanto riguarda i posti ancora vacanti e disponibili dopo il 31 dicembre, i Dirigenti scolastici potranno procedere con lo scorrimento delle graduatorie di istituto.

A questo proposito, l’USP di Torino ha pubblicato in data odierna una Nota (N. 13 del 2 gennaio 2023) in cui si legge quanto segue: ‘Si comunica alle SS.LL. che quest’Ufficio ha concluso le operazioni di nomina di propria competenza ex O.M. 112/22 e, pertanto, con decorrenza 02.01.2023 la copertura dei posti ancora vacanti e disponibili sarà effettuata dai Dirigenti Scolastici mediante l’utilizzo delle graduatorie d’istituto, conformemente a quanto previsto dalla citata Ordinanza Ministeriale’.
In buona sostanza, l’attribuzione degli incarichi a tempo determinato continuerà secondo le indicazioni disposte dall’Ordinanza Ministeriale N. 112.

I Dirigenti Scolastici, quindi, potranno attribuire le supplenze in tre casi:

  • qualora risultino posti al 31 agosto o 30 giugno da attribuire tramite le Graduatorie di istituto in quanto le GaE e le GPS risultino esaurite;
  • per i posti che si rendono disponibili dopo il 31 dicembre. In questo caso vengono utilizzate le graduatorie di istituto. La durata massima della supplenza è l’ultimo giorno di lezione stabilita dal calendario regionale;
  • il terzo caso riguarda, naturalmente, le supplenze temporanee (attribuite solo tramite scorrimento delle graduatorie di istituto) attribuite per la durata massima dell’esigenza di servizio (maternità, malattia, assenza breve del titolare)