Stipendio supplenti
Stipendio supplenti

La questione dei supplenti brevi che non percepiscono il loro stipendio da diversi mesi continua a tenere banco. L’edizione torinese del quotidiano ‘Repubblica’ rende noto che alcuni precari che, dal mese di ottobre, stanno ancora attendendo di essere retribuiti, hanno diffidato l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, tramite la Cub Scuola Università Ricerca Torino.

Supplenze brevi, docenti precari senza stipendio da ottobre: parte la diffida

La coordinatrice provinciale Cub Scuola Università Ricerca di Torino, Giulia Bertelli, ha sottolineato che la vertenza riguarda centinaia di precari, alcuni facenti parte del personale ATA. ‘Nel decreto legge N. 179 del 23 novembre 2022 – spiega Giulia Bertelli – dovevano esserci risorse aggiuntive in numero di 150 milioni di euro per pagare le supplenze brevi e saltuarie ma di questi denari si sono perse le tracce.’

Diversi supplenti, così, hanno deciso di contattare la Cub SUR di Torino: alcuni di loro, addirittura, non percepiscono lo stipendio dal mese di ottobre dato che il fondo ministeriale appositamente dedicato al pagamento delle supplenze brevi risulta esaurito. Questi lavoratori stanno andando incontro a problematiche gravi come la sospensione delle rate dei mutui, ingiunzioni di pagamento per quanto concerne gli affitti. Problemi che riguardano persino la spesa alimentare. 

Cub SUR Torino, considerando la gravità della situazione, difenderà i diritti di questi lavoratori tramite vertenze legali a titolo gratuito. ‘Lo studio legale di riferimento – conclude la coordinatrice Cub Giulia Bertelli – si è già attivato con una diffida e conseguente messa in mora’.