Il segretario della UIL Scuola Rua, Giuseppe D'Aprile
Il segretario della UIL Scuola Rua, Giuseppe D'Aprile

Piano assunzionale straordinario per i precari, il segretario di Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile, ha formulato una proposta la cui realizzazione, naturalmente, dipenderà soprattutto da quella che sarà la volonà politica. Per questa proposta, mirata alla stabilizzazione di 250mila lavoratori (tra docenti e personale Ata), serviranno, complessivamente, 180 milioni di euro, in media 715 euro per ogni lavoratore precario.

Stabilizzazione precari, Uil Scuola: ‘Ecco la nostra proposta’

Il segretario di Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile, ha sottolineato come, quest’anno, si sia toccato un nuovo record di supplenze: 250mila tra docenti e Ata. ‘Più di 50mila docenti – ha dichiarato Giuseppe D’Aprile – potevano essere già assunti a settembre scorso, se consideriamo che su 90mila posti disponibili per le assunzioni in ruolo più della metà sono rimasti senza insegnante‘.

Uil Scuola Rua, in base a queste considerazioni, ha formulato una proposta che è giunta sul tavolo del ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara. In cosa consiste la proposta di Uil Scuola Rua?

Fase straordinaria assunzionale dalle GPS

Per quanto riguarda il personale docente, la proposta del sindacato guidato da Giuseppe D’Aprile è quella di una fase straordinaria che preveda lo scorrimento delle graduatorie delle supplenze già esistenti, ovvero le graduatorie dove sono presenti i docenti abilitati e i docenti specializzati sul sostegno.

Successivamente, spiega in una nota informativa UIL Scuola, si potrà procedere con lo scorrimento delle fasce in cui sono presenti i docenti con almeno 3 anni di servizio che, durante l’anno di formazione e prova, potrebbero svolgere anche un percorso per acquisire l’abilitazione.

Giuseppe D’Aprile ha sottolineato come la procedura ordinaria di immissione in ruolo, che prevede l’assunzione, al 50 per cento, dalle graduatorie di merito e dalle graduatorie ad esaurimento, per l’altra metà, sia risultata fallimentare. Da qui nasce l’esigenza di introdurre una fase transitoria che possa permettere maggiori possibilità di assunzione. 

Riportiamo qui sotto il testo integrale della nota informativa UIL Scuola.

NOTA