Emendamenti
Emendamenti

Emendamenti scuola al decreto Milleproroghe 2023, sono stati diversi gli emendamenti approvati dalla Commissione Affari Costituzionali e dalla Commissione Bilancio per quanto riguarda le problematiche riguardanti la scuola. A partire da domani, martedì 14 febbraio, si avvia la discussione del provvedimento in Senato. 

Scuola, gli emendamenti approvati dalle Commissioni Senato al decreto Milleproroghe

In una nota informativa, Flc-Cgil ha messo in evidenza gli emendamenti più rilevanti approvati dalle Commissioni del Senato, tra cui quelli riguardanti il concorso dirigenti scolastici, il sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni e la proroga per lo svolgimento del percorso di formazione iniziale e prova riguardante le nomine tardive da concorso straordinario bis

Concorso dirigenti scolastici

La graduatoria del concorso indetto con D.D.G. n. 1259 del 23 novembre 2017 è valida fino all’anno scolastico 2025/2026.
Con decreto del Ministro dell’istruzione, da adottare entro sessanta giorni, sono definite le modalità di partecipazione allo svolgimento di un corso intensivo di formazione e della relativa prova finale, a cui sono ammessi i partecipanti al concorso indetto con DDG 1259/17, che abbiano sostenuto almeno la prova scritta e a condizione che, alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto legge 198/98:

  • abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale per mancato superamento della prova scritta del predetto concorso ovvero abbiano superato la prova scritta e la prova orale dopo essere stati ammessi a seguito di un provvedimento giurisdizionale cautelare, anche se successivamente caducato;
  • abbiano proposto ricorso entro i termini di legge e abbiano pendente un contenzioso giurisdizionale per mancato superamento della prova orale di tale concorso.

Sistema integrato di educazione e di istruzione 0 – 6 anni

Per il 2023, quota parte del Fondo nazionale per il Sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni, pari 1,5 milioni di euro, viene destinata al Ministero dell’istruzione per l’attivazione del sistema informativo nazionale coordinato con le Regioni, le Province autonome di Trento e di Bolzano e gli Enti locali.

Concorso straordinario bis: nomine tardive dei docenti e proroga per lo svolgimento del percorso di formazione iniziale e prova

In relazione alle procedure di cui all’art. 59 comma 9 bis del Decreto legge 73/21, per le classi di concorso per le quali non sia possibile effettuare le nomine a tempo determinato in tempo utile per lo svolgimento del percorso annuale di formazione iniziale e prova, le operazioni di assunzione a tempo determinato sono prorogate all’anno scolastico 2023/2024

Pertanto coloro che svolgeranno l’incarico a tempo determinato e la relativa formazione nell’a.s. 2023/2024 saranno assunti a tempo indeterminato e confermati in ruolo a decorrere dal 1° settembre 2024 o, se successiva, dalla data di inizio servizio. La sede di immissione è la medesima presso cui è stato prestato il servizio a tempo determinato.
Le graduatorie decadono con l’immissione in ruolo dei vincitori, fatto salvo lo scorrimento degli eventuali rinunciatari, che deve essere effettuata entro il limite dei posti attribuiti alla procedura e, comunque, non oltre la pubblicazione delle graduatorie relative al concorso pubblico bandito ai sensi di cui all’articolo 46 del decreto legge 36/22. I posti relativi ai soggetti sopra indicati sono resi indisponibili per le operazioni di mobilità e di immissione in ruolo per l’a.s. 2023/2024.

Riportiamo qui sotto il testo integrale del decreto legge Milleproroghe 2023 proposto dalle Commissioni permanenti I (Affari Costituzionali) e V (Bilancio) riunite.

TESTO DECRETO MILLEPROROGHE