docenti sovrannumerari
docenti perdenti posto

L’individuazione dei docenti sovrannumerari avviene sulla base delle graduatorie interne d’istituto, che quest’anno dovranno essere pubblicate dal 22 marzo al 5 aprile. A parità di punti precede l’insegnante con maggiore età anagrafica: il perdente posto è, infatti, il docente più giovane. Riportiamo una scheda formulata dalla Cisl Scuola dove si spiega in modo dettagliato come avviene l’individuazione dei sovrannumerari.

Come si individuano i docenti perdenti posto

L’individuazione dei docenti sovrannumerari si effettua nel seguente ordine:

  • in prima battuta, si considera perdente posto il personale titolare entrato a far parte dell’organico della scuola dal 1° settembre 2022 come neo immesso in ruolo o a seguito di domanda di trasferimento o di passaggio volontaria. È considerato come trasferito a domanda volontaria, anche il personale che avendo perso il posto in altra scuola, nel corso dell’ottennio successivo (durante il quale gli sono riconosciuti i benefici previsti al punto II dell’art. 13, comma 1 del CCNI), pur avendo chiesto, come prima preferenza, il rientro nella scuola di precedente titolarità, il 1° settembre 2022 sia stato soddisfatto per un’altra delle scuole indicate tra le preferenze.
  • successivamente si formula un’unica graduatoria comprendente: il personale che ha assunto la titolarità nella scuola negli anni scolastici antecedenti al 2022/23; chi, individuato perdente posto nel corso dell’ottennio precedente, è stato trasferito d’ufficio o a domanda condizionata ed è “rientrato” nella scuola dal 1/9/2022 beneficiando della precedenza prevista al punto II dell’art. 13, co. 1 del CCNI; il personale che ha acquisito la titolarità nella scuola dal 1° settembre 2022 a seguito di trasferimento d’ufficio o a domanda condizionata (cioè chi è stato costretto a trasferirsi in quanto perdente posto).

Procedura successiva

Il Dirigente Scolastico, constatata una contrazione di posti nell’organico dell’autonomia dell’anno scolastico successivo, e in base della graduatoria interna di istituto notifica immediatamente agli interessati la posizione di soprannumerario. Il personale individuato perdente posto successivamente alla scadenza dei termini ha 5 giorni di tempo dalla notifica per presentare la domanda di trasferimento e/o di passaggio. Le nuove domande sostituiscono quelle eventualmente già presentate. I docenti sovrannumerari che non presentano domanda di trasferimento saranno in ogni caso trasferiti d’ufficio su altra scuola dello stesso comune o in altro comune della stessa provincia sulla base del punteggio spettante come perdente posto attribuito nella graduatoria d’istituto e delle tabelle di viciniorietà rispetto al comune di precedente titolarità.

Docenti sovrannumerari nella scuola primaria

Per la scuola primaria sono compilate distinte graduatorie per posto comune e posto di lingua inglese. Prima delle operazioni di mobilità, i docenti perdenti posto di lingua inglese confluiscono nella graduatoria di posto comune da cui verrà individuato il docente (l’ultimo della graduatoria) che perderà posto sull’organico della scuola e che potrebbe, conseguentemente, non essere il docente di lingua straniera. I docenti della scuola primaria, che a seguito di riduzione dei posti di lingua inglese siano stati titolarizzati dall’Ufficio Scolastico su posto comune, possono acquisire nuovamente la titolarità sul posto di lingua presentando, entro cinque giorni dalla dichiarazione di soprannumerarietà nel posto lingua, domanda di trasferimento esclusivamente per tale posto nella scuola di titolarità.

Perdenti posto nei CPIA

Per l’individuazione del soprannumerario sui posti per l’istruzione dell’età adulta, riorganizzati nei CPIA, il Dirigente scolastico gradua tutti i titolari di ciascuna sede di organico del Centro Territoriale distintamente per tipologia di posto/classe di concorso. La graduatoria è formulata in base ai punteggi della tabella di valutazione dei titoli considerando ai fini della continuità del servizio solo il servizio di ruolo prestato nei centri di istruzione per gli adulti nella sede di organico di titolarità, nella misura prevista dalla lettera C) della tabella per i trasferimenti d’ufficio.