Mario Pittoni
Mario Pittoni

Il nuovo decreto legge PA, pubblicato nei giorni scorsi in Gazzetta Ufficiale, ha ufficializzato la trasformazione delle graduatorie di merito degli ultimi concorsi ordinari in graduatorie ad esaurimento. Non sono mancati i messaggi di ringraziamento indirizzati al responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega, Mario Pittoni, per l’impegno mantenuto e per essere riuscito a conquistare un traguardo agognato da migliaia di docenti.

Graduatorie ad esaurimento idonei concorsi, c’è anche chi chiamerà suo figlio Mario in onore di Pittoni

‘Entreranno in graduatorie per il reclutamento valide fino al loro esaurimento i docenti “idonei” – scrive in un post il già presidente della Commissione Cultura al Senato – coloro cioè che hanno superato le prove dei concorsi ordinari senza che sia seguita l’assunzione a tempo indeterminato. È questa per la scuola la principale novità del decreto Assunzioni, già approvato in Consiglio dei ministri e appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale’. 

Nelle ultime ore, l’esponente della Lega, Mario Pittoni, sempre in prima fila in merito alle problematiche della scuola, ha ricevuto una valanga di ringraziamenti da parte di coloro che, in virtù del nuovo provvedimento, potranno finalmente ottenere l’immissione in ruolo. Ha destato particolare attenzione, tra la stampa specializzata, un messaggio inviato da un docente precario che ha promesso, qualora dovesse avere un figlio, di chiamarlo Mario, in onore di Pittoni. 

Le novità per i docenti ‘ingabbiati’

‘Per gli insegnanti cosiddetti “ingabbiati” – ha precisato Mario Pittoni – gli interventi più importanti riguarderanno le lezioni online e l’esclusione dal tirocinio. Mentre crescerà al 70 per cento la quota concorsuale per i docenti di religione riservata ai precari’.