Concorso docenti
Concorso docenti

Concorsi scuola, in relazione alle prossime procedure concorsuali legate alla riforma della formazione iniziale e del reclutamento del personale docente prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), desta particolare attenzione la questione riguardante l’abilitazione e/o la specializzazione ottenuta all’estero.

Concorsi scuola, la questione del riconoscimento dei titoli esteri 

Per quanto riguarda il primo concorso della fase straordinaria (ne seguirà successivamente un secondo, come già anticipato nei giorni scorsi) i requisiti di accesso per la selezione riguardante i posti comuni sono i seguenti:

  • laurea di accesso alla classe di concorso più l’abilitazione;
  • tre annualità di servizio negli ultimi cinque anni scolastici, prestati nella scuola statale, di cui uno specifico per la classe di concorso;
  • laurea più 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022;
  • diploma ITP.

Per quanto riguarda, invece, i posti di sostegno, gli aspiranti docenti potranno partecipare se in possesso del titolo di specializzazione, anche con riserva in attesa del riconoscimento: in quest’ultimo caso, la partecipazione con riserva al concorso è subordinata al fatto che abbiano già presentato domanda di riconoscimento del titolo prima della data di invio della domanda di partecipazione al concorso.
In merito alla questione relativa all’inclusione dei titoli conseguiti all’estero, Paolo Pizzo, rappresentante della segreteria nazionale di UIL Scuola Rua, durante un suo intervento a Orizzonte Scuola, ha confermato che la questione riguardante i titoli esteri è prevista espressamente nella bozza e che non riguarderà solamente i concorsi per i posti di sostegno ma, in generale, ogni tipologia di ruolo.

Come detto poc’anzi, Paolo Pizzo ha precisato che anche sul posto comune potrebbe esserci il caso del docente che ha conseguito il titolo all’estero: potrà partecipare al concorso con riserva purché abbia presentato la domanda di riconoscimento.
In buona sostanza, tutti gli aspiranti docenti che hanno acquisito un titolo all’estero avranno la possibilità di partecipare ai concorsi con riserva a condizione che, entro la data di scadenza per la presentazione della domanda per il concorso, abbiano presentato la domanda di riconoscimento.