Concorso DSGA 2023, presto il bando: requisiti e posti disponibili

Date:

Tra i tanti bandi in attesa di pubblicazione da parte del MIM troviamo anche quello relativo al Concorso DSGA 2023. Di seguito alcune informazioni circa i requisiti e il periodo della sua emanazione.

Tra le procedure di selezione che si attendono oramai da tempo nel mondo della scuola c’è il Concorso DSGA 2023, ovvero quello per il profilo di Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi. La pubblicazione del bando da parte del MIM avverrà entro quest’anno. Vediamo di seguito quali sono i requisiti e quando uscirà il bando.

Concorso DSGA 2023: i requisiti richiesti

Per poter partecipare al concorso, occorreranno alcuni requisiti in termini di titoli di studio posseduti, tra questi:

  • Giurisprudenza;
  • Servizio sociale e politiche sociali;
  • Scienze dell’economia;
  • Scienze della politica;
  • Politiche internazionali;
  • Scienze della pubblica amministrazione;
  • Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
  • Sociologia e ricerca sociale;
  • Studi europei;
  • Scienze economico-aziendali.

Concorso DSGA 2023: i posti disponibili

Nella bozza del decreto non si fa espresso riferimento al numero di posti disponibili per il nuovo concorso. Secondo alcune indiscrezioni sindacali i posti vacanti e disponibili ammonterebbero nel complesso a 1856; gli stessi potrebbero essere molti di più solo dopo la pubblicazione della tabella relativi ai posti per regione. Occorrerà, dunque, attendere la pubblicazione ufficiale del bando per avere maggiori informazioni su questo argomento.

Il DSGA, nella scuola, è una figura che si occupa di alcune specifiche competenze: amministrativo-contabile, gestione dei beni, materia negoziale e personale ATA.

Tra le sue principali mansioni riveste notevole importanza l’organizzazione dell’ufficio di segreteria, la cura dell’inventario scolastico e la predisposizione e la formalizzazione degli atti amministrativi e contabili dell’Istituzione Scolastica.

Concorso DSGA 2023: le prove

L’iter concorsuale seguirà cronologicamente alcuni step, tra questi:

  • Una prima prova scritta;
  • Un colloquio orale;
  • La valutazione dei titoli.

La Prova scritta

La prova scritta si svolgerà in più sedi decentrate, in modalità telematica. Si tratterà di un questionario composto da 60 quesiti:

  • 5 domande di Diritto Costituzionale e Diritto Amministrativo;
  • 4 domande di Diritto Civile;
  • 18 domande di Contabilità pubblica, con particolare riferimento alla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche;
  • 10 domande di Diritto del lavoro, con particolare riferimento al pubblico impiego contrattualizzato;
  • 8 domande di legislazione scolastica;
  • 12 domande di Ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico;
  • 3 domande di Diritto penale, con particolare riferimento ai delitti contro la pubblica amministrazione.

Il Colloquio orale

Il colloquio orale si articolerà in tre fasi, ovvero:

  • Un colloquio sulle materie d’esame e sulle capacità di risolvere un caso riguardante la funzione di DSGA;
  • La verifica della conoscenza degli strumenti informatici di maggiore impiego;
  • La verifica della conoscenza della lingua inglese, attraverso la lettura e la traduzione di un testo scelto dalla commissione.
Scuolainforma
Scuolainformahttps://www.scuolainforma.it
Scuolainforma è un blog di informazione per il mondo della scuola. La maggior parte dei suoi autori opera del settore della pubblica istruzione.

Share post:

Newsletter

Ultime Notizie

Potrebbe interessarti
Potrebbe interessarti

Roma, lite tra studentesse in un liceo della Capitale: intervengono i Carabinieri

Un incidente turbolento si è verificato in un istituto...

Concorsi Docenti 2024, prova orale: elenco avvisi USR estrazione lettera [in aggiornamento]

Concorsi Docenti 2024 - Il processo selettivo per i...

Stipendi NoiPA Aprile 2024: qualcosa non torna, cedolini ridotti di circa 100 euro

In Aprile 2024, alcuni dipendenti pubblici potrebbero notare una...