Anno di prova 2023/24
Docente e l'anno di prova

Docenti neoassunti e anno di prova e formazione, sulla pagina https://neoassunti.indire.it/ è stato pubblicato un avviso riguardante l’apertura ufficiale dell’ambiente online per la documentazione dell’anno di prova e formazione.

Docenti neoassunti e anno di prova e formazione, avviso INDIRE

Nell’avviso pubblicato da INDIRE si legge quanto segue: ‘Care e cari docenti,  Benvenute e benvenuti nell’ambiente online a supporto del periodo di formazione e prova per i docenti neoassunti e per i docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo nell’anno scolastico 2023-24, ai sensi della Circolare Ministeriale n. 65741 del 7-11-2023. Nei prossimi mesi, e fino al completamento dell’anno scolastico, questo ambiente vi accompagnerà nel sistematizzare e consolidare tutte le tappe del vostro percorso.  Vi auguriamo buon lavoro e un percorso di formazione ricco di valore!’.

Neoassunti 2023/24 è l’ambiente online di INDIRE a supporto del periodo di formazione e prova per i docenti neoassunti e per i docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo.
La nuova edizione del portale è stata totalmente ridisegnata e reingegnerizzata al fine di migliorare l’esperienza online dei docenti e per rendere più facile, efficace e piacevole la documentazione dell’anno di prova.
Al centro di questa innovazione si trova il portfolio, un’applicazione che guida il docente nella realizzazione del “portfolio” da presentare al Comitato di Valutazione al termine dell’anno di prova e che è costruito attorno a due pilastri fondamentali:

  • Gli Standard minimi, che sono alla base dei Bilanci di Competenze;
  • Le Esperienze formative da documentare.

Gli Standard minimi: un nuovo quadro di riferimento per autovalutare le proprie competenze

Gli standard minimi rappresentano il quadro di riferimento delle competenze professionali degli insegnanti e sono alla base delle attività di autovalutazione previste nei Bilanci iniziale e finale delle competenze.
Il nuovo Bilancio inziale delle Competenze è articolato in 8 Standard minimi e 36 Indicatori delle competenze professionali e richiede ai docenti di posizionarsi su 5 livelli di padronanza, facilitando una autovalutazione completa e accurata. Inoltre, si caratterizza per:

  • l’adeguamento degli Standard rispetto agli avanzamenti normativi, scientifici e culturali
  • la semplificazione degli indicatori di competenza riferiti alle tre aree: 36 contro i 49 dell’edizione precedente.

Il Bilancio finale ripropone la richiesta di posizionarsi su 5 livelli di padronanza, fermandosi agli Standard e non scendendo nel dettaglio del singolo Indicatore (in modo analogo a quanto avveniva negli anni precedenti).

Le Esperienze Formative da documentare: raccontare il proprio percorso

Il Portfolio Indire nasce per accogliere e organizzare la documentazione di varie esperienze formative, consentendo poi la creazione di “viste”. Nel mondo Neoassunti, la “vista” per eccellenza è quella del portfolio da presentare al Comitato di Valutazione che riepiloga le Esperienze formative relative ai Laboratori, alle Visite in scuole innovative e alle Attività didattiche svolte in classe. Inoltre, le attività che confluiscono nel Curriculum formativo sono sempre esperienze, formali o non formali, che hanno contribuito a definire il docente e la sua professionalità prima dell’ingresso nel nuovo ruolo.

Intrecci tra Standard e Esperienze: un legame significativo

Il Portfolio Indire sottolinea il legame tra i “Nuovi Standard minimi” e le Esperienze formative. Ogni esperienza documentata richiede al docente di esplicitare gli ambiti di competenza (Standard minimi) a cui essa si collega in modo significativo. Questo approccio garantisce che ogni esperienza contribuisca al rafforzamento delle competenze professionali del docente, rendendo il percorso di formazione e prova un’esperienza significativa e professionalizzante.