organico aggiuntivo ATA
organico aggiuntivo ATA

Come abbiamo annunciato alcuni giorni fa è stato approvato al Senato l’emendamento al Decreto Anticipi che riguarda la proroga dell’organico aggiuntivo ATA, sia con riguardo ai contratti PNRR che Agenda Sud. Arriva dunque la conferma. Restano però ancora aperti alcuni interrogativi che saranno probabilmente chiariti, come ha anticipato la Lega, a breve, tramite apposite indicazioni che il Ministero fornirà alle varie scuole.

Risorse e termine esatto proroga organico aggiuntivo ATA

La notizia della proroga dell’organico aggiuntivo ATA è stata accolta con favore anche dal sindacato Uil Scuola Rua. Il Segretario Generale dell’organizzazione sindacale, D’Aprile, però, ha evidenziato che ci sono ancora alcuni aspetti da chiarire. Tra questi, la distribuzione delle risorse disponibili, che l’emendamento prevede essere di 60 milioni di euro annui per gli anni 2024 e 2025, e di 36 milioni di euro per il 2026. Inoltre, il sindacalista ha richiesto ulteriori chiarimenti sul termine esatto della proroga e se anche i contratti Agenda Sud potranno essere prorogati fino al 2026 come quelli PNRR. Questi aspetti infatti non emergono con chiarezza dal testo dell’emendamento in questione.

Infine, nonostante la proroga rappresenti sicuramente un passo nella giusta direzione, D’Aprile ha anche sottolineato che non risolve il problema del sovraccarico di lavoro a cui è sottoposto il personale, che in molti casi supera gli obblighi contrattuali. Per questo motivo, la UIL Scuola Rua ha fatto presente che continuerà a rivendicare un intervento legislativo per avviare un piano straordinario di immissioni in ruolo e l’ampliamento dell’organico ATA, rendendo stabile l’adeguamento previsto dell’organico aggiuntivo.