carta del docente
carta del docente

La carta del docente è stata finalmente attivata sulla piattaforma dedicata anche per i precari con contratto al 31 agosto. Restano ancora esclusi i docenti con contratto al 30 giugno, che in ogni caso possono contare sul risvolto positivo dei ricorsi come si sta notando già da tempo. Per questi ultimi quindi la corresponsione del buono da 500 euro non sarà automatica ma potranno beneficiare degli arretrati. Coloro che possono beneficiare del voucher come potranno spenderlo presso i negozi fisici e online? Di seguito i dettagli.

Carta del docente: cosa presentare per gli acquisti fisici e online

Per poter effettuare acquisti tramite il voucher della carta del docente presso negozi fisici basterà stampare il buono di spesa generato e presentarlo alla cassa oppure presentare alla cassa il proprio dispositivo (ad esempio smartphone o tablet) e mostrare i dati identificativi del buono, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode. Così facendo si permette all’esercente o all’ente di formazione di validare il buono attraverso l’inserimento su cartadeldocente.istruzione.it, nella sezione dedicata agli esercenti o enti di formazione, del suo codice identificativo e del codice identificativo del buono, così da completare correttamente l’acquisto.

Per quanto riguarda gli acquisti online, per poter completare l’acquisto andrà indicato, durante il processo di acquisto nel sito di vendita (personalizzato per ogni esercente o ente di formazione registrato a cartadeldocente.istruzione.it), il codice del buono di spesa generato che si vuole spendere. Va infine precisato, sulla base delle FAQ indicate dal Ministero, che nei negozi fisici, qualora gli esercizi non siano dotati di dispositivi per leggere il QR code o il codice a barre, sarà sufficiente comunicare il codice identificativo del buono per completare l’acquisto.