Il ministro dell'Istruzione e del Merito Valditara
Il ministro dell'Istruzione e del Merito Valditara

‘La scuola italiana ha bisogno di serenità e non di polemiche, ho deciso di non attivare l’incarico di garanti del progetto ‘Educazione alle relazioni’ a suor Monia Alfieri, Paola Concia e Paola Zerman. Rinnovo loro i ringraziamenti per la disponibilità e la generosità dimostrate’. Valditara dopo gli attacchi anche da parte di esponenti della maggioranza, del suo stesso partito la Lega e di Fratelli d’Italia decide di fare un passo indietro sulle nomine dei giorni scorsi legate al progetto Educazione alle Relazioni nelle scuole italiane.

Le parole di Valditara: ‘La scuola ha bisogno di serenità e non di polemiche’

‘Dal momento che la scuola italiana ha bisogno di serenità e non di polemiche, ho deciso di non attivare l’incarico di garanti del progetto ‘educazione alle relazioni’ a suor Monia Alfieri, Paola Concia e Paola Zerman. Rinnovo loro i ringraziamenti per la disponibilità e la generosità dimostrate. Il progetto ‘educare alle relazioni’ andrà avanti senza alcun garante. Nel suo svolgimento concreto si continuerà il dialogo con le associazioni rappresentative dei genitori, dei docenti e degli studenti’.

Chi aveva criticato la nomina di Anna Paola Concia

Concia, attivista Lgbtq+ ed ex parlamentare del Partito Democratico avrebbe dovuto essere la garante del progetto. Ma critiche erano pervenute da Fratelli d’Italia e Lega. “Non siamo d’accordo con la nomina”, la posizione di diversi esponenti del partito di Giorgia Meloni. “No a nomi divisivi”, aveva detto più di un esponente della Lega. Una petizione online era stata annunciata da L’associazione “Pro Vita & Famiglia”. Ed ora il passo indietro di Valditara.