Parlamento
Parlamento

Via libera da parte del Senato alla Legge di Bilancio: il testo passerà ora all’esame della Camera dei Deputati per l’approvazione definitiva attesa entro il 29 dicembre. Vediamo quali sono le novità previste dalla scuola.

Legge di Bilancio, le novità per la scuola approvate dal Senato

I commi da 326 a 332 contengono le novità per la scuola. Il comma 326 prevede la proroga dei contratti a tempo determinato per il personale ausiliario dal 1° gennaio al 15 aprile 2024, già attivati dalle istituzioni scolastiche statali del primo e secondo ciclo per l’attuazione del PNRR e per gli interventi a supporto delle istituzioni scolastiche del Mezzogiorno- «Agenda Sud» di contrasto alla dispersione scolastica.

Comma 327

Per le finalità di cui al precedente comma 326, il Fondo per l’attivazione dei predetti incarichi, istituito presso il Ministero dell’istruzione e del merito, viene rifinanziato di 50,33 mln di euro per l’anno 2024. ‘Per le finalità di cui al comma 326, il fondo di cui all’articolo 21, comma 4-bis del decreto-legge 22 giugno 2023, n. 75, convertito, con modificazioni, dalla legge 10 agosto 2023, n. 112 è rifinanziato di 50,33 milioni di euro per l’anno 2024’.

Comma 328

Autorizzazione di spesa per il potenziamento dell’organico docenti del piano “Agenda Sud” anche per l’a.s. 2024/ 2025. ‘Per le finalità di cui all’articolo 10, comma 2, del decreto-legge 15 settembre 2023, n. 123, è autorizzata, per l’anno scolastico 2024/2025, la spesa di 3.333.000 euro per l’anno 2024 e di 10 milioni di euro per l’anno 2025’.

Comma 329

Autorizzazione di spesa di 40 mln di euro per l’anno 2025 al fine di garantire la continuità degli interventi a supporto degli studenti delle regioni del piano “Agenda Sud”.

Comma 330

Valorizzazione del personale docente impegnato nelle attività di tutor, orientamento, ricerca educativo-didattica e valutativa. Incremento di 42 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025 del Fondo per la valorizzazione del personale scolastico ai fini della valorizzazione del personale docente impegnato nelle predette attività.

Comma 331

(introdotto al Senato) Autorizzazione di spesa di 39,4 mln di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025 per l’integrazione del Piano nazionale di formazione del personale docente e ATA. Ai relativi oneri si provvede mediante la copertura finanziaria indicata alle lettere da a) a d) 

Comma 332

(introdotto al Senato) dispone l’incremento di 700.000 euro per l’anno 2024 e di 3 mln di euro a decorrere dall’anno 2025 del FUN da destinare alla retribuzione di posizione di parte variabile dei dirigenti scolastici.