concorsi scuola 2024
concorsi scuola 2024

Il 2024 sarà un anno ricco di concorsi per il mondo scolastico. Gli uffici scolastici si ritroveranno quindi a dover sostenere un’ampia mole di lavoro nei prossimi mesi. In ogni caso nessuna novità in vista. Le procedure sono infatti quelle già annunciate (alcune in corso e altre in dirittura d’arrivo) di cui facciamo di seguito una sintetica carrellata.

Concorsi docenti

Per quanto riguarda il personale docente è stato bandito il primo concorso del PNRR, la cui domanda di partecipazione si chiuderà il 9 gennaio 2024. Sullo svolgimento delle prove non si conoscono ancora le date ma possiamo ipotizzare che il loro espletamento non parta prima della fine di gennaio. Le graduatorie che scaturiranno serviranno già per le immissioni in ruolo dell’a.s 2024/25. Sarà bandito poi un secondo concorso del PNRR tra settembre e ottobre 2024, come comunicato dal Ministero alle organizzazioni sindacali.

I primi mesi del 2024 si concluderà inoltre il concorso di Educazione Motoria della scuola primaria, la cui prova scritta è stata svolta lo scorso 15 dicembre. Entro febbraio 2024 infine, come confermato dal MIM, verrà bandito anche il concorso per l’insegnamento di Religione Cattolica dopo ben 20 anni dall’ultimo bando (i bandi in realtà saranno due: uno per la procedura ordinaria e uno per quella straordinaria).

Concorso Dirigenti Scolastici

Da pochi giorni è stato bandito anche il concorso rivolto ai Dirigenti scolastici, la cui domanda di partecipazione potrà essere inoltrata fino alle ore 23.59 del 17 gennaio 2024. Sarà il numero delle domande presentate a determinare se si svolgerà o meno la prova preselettiva o si passerà direttamente alla prova scritta. Immediatamente dopo la chiusura delle istanze il Ministero fornirà il dato con tempestività, per assicurare ai candidati il tempo utile per la preparazione. Ricordiamo che la procedura è volta alla copertura di 587 posti. Il bando ordinario sarà seguito da un secondo concorso riservato a coloro che non hanno superato il concorso nel 2017 e hanno fatto ricorso.