Assenze malattia e visite fiscali INPS 2021: orari, sanzioni ed esclusioni
Assenze malattia e visite fiscali INPS

Cambiano le fasce orarie in cui sarà possibile effettuare le visite fiscali per i dipendenti pubblici in malattia. I nuovi orari sono pubblicati nel Messaggio n. 4640, firmato dal direttore generale dell’Inps Vincenzo Caridi: ”Le visite mediche di controllo domiciliare nei confronti dei lavoratori pubblici, fino a nuove disposizioni, dovranno essere effettuate nei seguenti orari: dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 17 alle 19 di tutti i giorni (compresi domeniche e festivi)”. In precedenza la normativa era questa: “In caso di assenza per malattia, le fasce di reperibilità dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni sono fissate secondo i seguenti orari: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. L’obbligo di reperibilità sussiste anche nei giorni non lavorativi e festivi”.

Le ragioni della modifica degli orari

La modifica degli orari è arrivata dopo una sentenza del Tribunale amministrativo regionale del Lazio. Il Tar del Lazio si è espresso su un ricorso sollevato dal Sindacato Uil Pubblica amministrazione penitenziaria e alcuni membri della Polizia penitenziaria: contestavano la disparità di trattamento tra i dipendenti pubblici e quelli del settore privato riguardo alle fasce orarie di reperibilità per le visite fiscali in caso di malattia. Mentre per i dipendenti pubblici le fasce erano tra le 9 e le 13 e tra le 15 e le 18, per i privati si limitano tra le 10 e le 12 e tra le 17 e le 19.

Queste differenze di orario, secondo il ricorso, rappresentano un’evidente violazione dei principi di uguaglianza e ragionevolezza sanciti dagli articoli 3 e 97 della Costituzione. Il Tar ha riconosciuto la validità del ricorso e ha annullato il Decreto Madia che regola le fasce orarie di reperibilità per i dipendenti pubblici in malattia.

Inps ha comunicato i nuovi orari

Quindi l’Inps ha comunicato le nuove fasce: ora le visite mediche di controllo domiciliare per i lavoratori pubblici si svolgeranno nelle fasce orarie dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 di tutti i giorni, compresi domeniche e festivi. “Al fine di armonizzare la disciplina dei settori pubblico e privato, con decreto del ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, di concerto con il ministro del lavoro e delle politiche sociali, sono stabilite le fasce orarie di reperibilità entro le quali devono essere effettuate le visite di controllo”.