Vincolo triennale docenti
Vincolo triennale docenti

Anche i docenti di ruolo possono partecipare al nuovo concorso. Un dubbio ricorrente attiene però al vincolo triennale. Se infatti il docente di ruolo dovesse risultare vincitore nella nuova procedura concorsuale ed essere assunto dalla nuova graduatoria di merito, cosa succederebbe al vincolo triennale? Facciamo chiarezza su questa casistica particolare.

Vincolo triennale e nuovo ruolo

Ai docenti vincitori del nuovo concorso, per il quale sono aperte le domande di partecipazione fino al 9 gennaio 2024, viene applicato il vincolo triennale. Ma nel caso di chi partecipa e dovesse vincere ottenendo un nuovo ruolo, pur avendo già in essere un contratto a tempo indeterminato, cosa succede al vincolo stesso? Un chiarimento al riguardo è stato fornito da Chiara Cozzetto, rappresentante sindacale Anief, nel corso del Question Time del 27 dicembre tenuto da Orizzonte Scuola:

“Se si accetta il nuovo ruolo si decade dal precedente come prevede il T.U della scuola (D.Lgs 297/1994). Resta fermo che nella ricostruzione di carriera che andrà fatta con l’immissione da nuova procedura verrà riconosciuto il precedente ruolo. Se si tratta di ruolo su classe di concorso di grado diverso il docente dovrà ripetere l’anno di prova e prendere l’abilitazione sul nuovo ruolo se non posseduta ancora.”

Ricordiamo che durante il vincolo triennale il docente può presentare, in ogni caso, domanda di assegnazione provvisoria e utilizzazione nell’ambito della provincia di appartenenza e può accettare il conferimento di supplenza per l’intero anno scolastico per altra tipologia o classe di concorso per le quali abbia titolo.