Concorsi docenti
Concorsi docenti

Ultime ore a disposizione per l’invio della domanda di partecipazione ai prossimi concorsi docenti per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria: i termini, infatti, scadranno domani, 9 gennaio, alle ore 23:59. Gli aspiranti stanno già studiando il programma inerente la prova scritta e quella orale.

Concorsi docenti, prova scritta e orale: ecco come saranno articolate

I prossimi concorsi docenti prevedono una sola prova scritta e una orale. La prova scritta (computer based) sarà unica, senza alcuna distinzione tra posti comuni e quelli di sostegno e avrà una durata massima di 100 minuti. 

La prova scritta

I quesiti, con risposta multipla, saranno 50, ripartiti nel seguente modo: 10 domande riguardanti l’ambito pedagogico; 15 nell’ambito psicopedagogico (compresi gli aspetti relativi all’inclusione); 15 nell’ambito metodologico didattico (inclusi gli aspetti relativi alla valutazione); 5 quesiti di carattere linguistico (Inglese B2) e 5 di informatica. Considerando l’alto numero di bocciature riscontrate nelle ultime procedure concorsuali, tenutesi con i quiz a crocette, serpeggia una certa preoccupazione anche a motivo di possibili errori nella formulazione delle domande (e ultimamente se ne sono incontrati parecchi). I candidati che otterranno un punteggio pari o superiore a 70/100 potranno accedere alla prova orale. 

Per quanto riguarda il giorno e la sede di svolgimento della prova orale, i candidati riceveranno un’apposita comunicazione da parte del proprio USR di riferimento: questo tramite il Portale Unico del Reclutamento e attraverso la propria casella di posta elettronica (l’indirizzo di riferimento, naturalmente, sarà quello indicato nella domanda di partecipazione al concorso). Tale comunicazione dovrà pervenire al candidato almeno 15 giorni prima della data di svolgimento della prova orale: saranno indicati sede, data, ora della prova orale oltre al voto conseguito nella prova scritta.

Manuale per la prova scritta del concorso scuola: competenze pedagogiche, psico-pedagogiche e didattico-metodologiche.

La prova orale

La prova orale, a differenza di quella scritta, sarà diversa in base alla tipologia di posti per la quale si partecipa. Sarà distinta per ciascuna classe di concorso. Per quanto riguarda i posti comuni, si accerteranno le competenze e le conoscenze di ciascun candidato in relazione alla disciplina della classe di concorso per la quale questi partecipa, oltre alle competenze didattiche generali. Sarà verificata la capacità di progettazione didattica efficace anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali. Nel corso della prova orale, è previsto un test didattico specifico, ovvero una lezione simulata.

Per quanto concerne i posti di sostegno, invece, le commissioni valuteranno la competenza del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità, volte alla definizione di ambienti di apprendimento; saranno considerate le capacità di progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità oltre alla verifica l’impiego didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali. Anche in questo caso è prevista una lezione simulata.

La prova orale servirà a valutare anche la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese, almeno di livello B2 del QCER. I candidati per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 per la lingua inglese, sosterranno la prova orale nella lingua straniera oggetto di insegnamento. Per le classi di concorso indicate nell’allegato A al DM 2025/2023, il colloquio prevede anche una prova pratica. Il superamento della prova orale, così come per la prova scritta, si ottiene con una valutazione di almeno 70/100. La prova orale avrà una durata massima complessiva di 45 minuti e la lezione simulata non potrà andare oltre la metà del tempo previsto per l’intera prova orale. 

Manuale per la prova scritta del concorso scuola con schede di sintesi su competenze pedagogiche, psicopedagogiche e didattico metodologiche.

Gli step della prova orale

La prova orale presenta diversi step. Innanzitutto, c’è la predisposizione delle domande disciplinari e delle tracce relative alla lezione simulata da parte di ciascuna commissione giudicatrice; è prevista poi l’elaborazione di un numero di quesiti pari al triplo del numero dei candidati da esaminare e la somministrazione di suddetti quesiti a ciascun candidato, previa estrazione a sorte all’inizio della prova.
Inoltre, è prevista la predisposizione delle tracce su cui svolgere la lezione simulata da parte delle commissioni, in numero pari a tre volte quello dei candidati ammessi alla prova orale, l’estrazione delle tracce da parte del candidato, ventiquattro ore prima dell’orario programmato per la propria prova. Se il candidato risulta assente all’estrazione, la commissione procederà all’estrazione della traccia e ne darà comunicazione all’aspirante tramite posta elettronica, all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al concorso. Le tracce già estratte saranno escluse dai sorteggi successivi.