bonus bollette
Lampadina e monetine

Dopo due anni di misure extra per il suo potenziamento, a partire dal 1° gennaio 2024 il bonus bollette, l’agevolazione destinata alle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico, torna ai vecchi requisiti Isee. Resta, però, attivo il bonus straordinario.

Bonus bollette 2024: addio alla soglia potenziata

Come precedentemente anticipato, dal 2024 la soglia di accesso Isee al bonus sociale torna ad essere pari a 9.530 euro. A 20.000 euro per le famiglie numerose. Come ricordiamo, infatti, negli scorsi anni il requisito reddituale è stato più volte potenziato, al fine di ampliare la platea dei beneficiari. In particolare, nel 2022 l’asticella è stata portata prima a 12 mila euro e poi a 15 mila con la manovra. Nel 2023, invece, è stata innalzata la soglia per le famiglie numerose che è salita così a 30.000 euro.

Da quest’anno, però, come ha fatto sapere con il comunicato dello scorso 28 dicembre ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) si ritornerà ai vecchi requisiti. Al di là di queste novità, le agevolazioni continueranno ad essere riconosciute automaticamente in bolletta, con una riduzione dell’importo. Ciò significa quindi che per ottenere l’incentivo non bisognerà presentare alcuna domanda.

Bonus straordinario

Se da un lato l’ultima Legge di Bilancio non ha confermato le soglie potenziate per il bonus bollette, dall’altro ha rinnovato con 200 milioni di euro il contributo straordinario per l’energia elettrica per il primo trimestre dell’anno in corso. Vale a dire quindi da gennaio a marzo 2024. Possono accedere al contributo straordinario gli stessi soggetti, ovvero i clienti domestici titolari di bonus sociale elettrico.