Emendamenti
Emendamenti

Percorsi abilitanti formativi all’insegnamento, prosegue il ritardo e una certa incertezza in merito alle tempistiche di attivazione dei percorsi abilitanti da 30 e 60 CFU, disciplinati dal DPCM pubblicato il 4 agosto 2023. Il Ministero dell’Istruzione e del Merito non ha ancora provveduto ad indicare i dettagli necessari, come il numero di percorsi che saranno avviati, i posti disponibili per ciascuna classe di concorso e le modalità di accesso, qualora il numero di domande risultasse eccessivo.

Percorsi abilitanti docenti, prosegue il ritardo sull’attivazione dei corsi

Il DPCM aveva fissato delle scadenze ma le tempistiche erano apparse, sin dall’inizio, particolarmente stringenti. La data del 28 febbraio 2024 era stata indicata come quella per la conclusione dei percorsi da 30 CFU ma il Ministero dell’Istruzione, nel corso di un incontro informale con i sindacati, ha già modificato questa scadenza, in seguito ad una rinegoziazione con Bruxelles sul raggiungimento del target delle 70mila assunzioni indicato dal PNRR.

Inoltre, il secondo concorso della fase straordinaria riguardante il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è stato già rinviato al periodo successivo alle immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2024/25 (per il momento si parla di settembre/ottobre). Le Università, intanto, sono ancora in attesa del decreto ministeriale che dovrebbe fornire le indicazioni ufficiali per la pubblicazione dei bandi e l’avvio dei percorsi abilitanti.

Emendamento del Partito democratico al decreto Milleproroghe

Intanto, il Partito democratico ha presentato un emendamento al decreto Milleproroghe (a firma Manzi, Orfini, Zingaretti, Berruto): l’emendamento in questione intende proporre delle nuove date per i percorsi abilitanti. Riportiamo di seguito il testo dell’emendamento: ‘“Dopo il comma 5, aggiungere il seguente: 5-bis. Il termine dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale degli insegnanti per la scuola secondaria di primo e secondo grado, fissato al 31 maggio 2024 dall’articolo 14, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 agosto 2023, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 233 del 25 settembre 2023, è prorogato al 30 giugno 2024 e il termine per la conclusione dell’offerta formativa di trenta CFU o CFA, fissato al 28 febbraio 2024 dal comma 2 del medesimo articolo 14, è prorogato al 30 aprile 2024. 6.18. Manzi, Orfini, Zingaretti, Berruto.’