Collaboratore scolastico
Collaboratore scolastico

Con la firma del nuovo CCNL 2019/21 arrivano diverse novità per il personale ATA, tra cui una mansione non specificata dal contratto precedente per il collaboratore scolastico. La si può leggere nell’allegato A, declaratoria delle aree del sistema di classificazione del personale ATA- settore scuola. Tra le mansioni già note, viene inserita anche l’assistenza nell’uso dei bagni e nella cura dell’igiene personale dei bambini dell’infanzia e della primaria. Vediamo cosa contiene questo passaggio.

Mansioni collaboratori scolastici

Nella parte in cui vengono elencate le specifiche professionali del collaboratore scolastico, il CCNL contiene questo passaggio (pag. 207 del testo):

Esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni ricevute e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica. È addetto ai servizi generali della scuola quali, a titolo esemplificativo:

  • accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni- nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche, nel cambio dell’ora o nell’uscita dalla classe per l’utilizzo dei servizi e durante la ricreazione – e del pubblico;
  • pulizia dei locali, degli spazi scolastici, degli arredi e delle pertinenze;
  • vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche e, nelle scuole dell’infanzia e primaria, nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale;
  • custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici;
  • collaborazione con i docenti.
  • Al fine di rendere effettivo il diritto all’inclusione scolastica, presta ausilio materiale non specialistico agli alunni con disabilità nell’accesso dalle Aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale.

Che differenza c’è con quanto previsto in precedenza? Vediamo lo stesso passaggio contenuto nel CCNL 2006-2009:

Esegue, nell’ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica.

  • E’ addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all’orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico;
  • di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi;
  • di vigilanza sugli alunni, compresa l’ordinaria vigilanza e l’assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici,
  • di collaborazione con i docenti. 
  • Presta ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell’accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all’interno e nell’uscita da esse, nonché nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale anche con riferimento alle attività previste dall’art. 47.

Come si può notare, è stato aggiunto il passaggio sull’assistenza agli alunni di infanzia e primaria nell’uso dei servizi igienici e nella cura dell’igiene personale. Questa normativa entra in vigore il 1 maggio 2024.